giovedì 8 aprile 2021

Da Gaia Caramazza, l'ultima tendenza moda, i gioielli “Gea For Man”


Perché solo le donne devono desiderare i gioielli? E’giunto il momento anche per l’uomo! L’ultima tendenza moda la propone Gaia Caramazza, la jewelry designer romana che dopo il successo ottenuto con la Collezione Gea, presentata ad Altaroma nel “Creative District Fashion Film” presenta la sua prima capsule collection “Gea for Man”. 

Da tempo i gioielli sono tornati ad essere un complemento di stile fondamentale nel guardaroba maschile, pubblicizzati ed indossati da star del cinema e dello sport. “Gea for Man” non solo a loro si ispira, ma a tutti gli uomini che hanno una forte e spiccata personalità.

Collane e spille sono realizzate a mano in argento e pietre naturali, plasmate mediante le tecniche della fusione a cera persa e della lavorazione al banchetto. Le forme sono ispirate alla vegetazione terrestre e a quella del mare che tornano rigogliose e preponderanti, gioielli unici che hanno l’esclusivo privilegio, mediante la loro duttilità, di mutare nella forma e nel loro utilizzo.

Puro “Made in Italy” è quello di Gaia Caramazza, passato e presente si fondono in tutte le sue creazioni, dando vita a un’interpretazione originale e senza tempo, di cui seduzione, bellezza ed originalità, ne sono l’essenza.




Gaia Caramazza

mercoledì 31 marzo 2021

“Cassiopea” è la nuova collezione 2021 della stilista Eleonora Altamore ispirata al futurismo


Cassiopea è la nuova collezione 2021 della stilista Eleonora Altamore che prende il nome da una stella. Afferma la stilista: “Le stelle ci regalano una visione romantica e misteriosa, luminose, lontane, accompagnano il nostro percorso di vita, irraggiungibili, ci regalano sogni ed immaginazioni terrestri ed extraterrestri”. 

La Fashion Designer si ispira ai futuristi siciliani dei primi del novecento ed in particolar modo al dipinto dell'artista Giovanni Varvaro “L'uomo delle stelle”. Disegna le sue creazioni attingendo dagli stessi colori, dalle forme geometriche e, come “L’uomo delle stelle” dell’opera che si libra verso il cielo tra gli astri luminosi, anche i suoi abiti sembrano fluttuare nel cosmo sensualmente avvolti nei corpi femminili, proiettando scintillii luminosi, colori e forme scolpite come fossero incise in una tavola pitagorica dalla matrice simmetrica. Cassiopea, collezione conceptual futurista, è portatrice di un messaggio che va oltre la dimensione terrena, legame imprescindibile tra passato, presente e spazia nel futuro.

E’ proprio sul tema del futuro con la frenetica conquista dello spazio, l'esplorazione dei pianeti, la visione creativa di questa collezione si proietta attraverso l’arte del futurismo. 

Eleonora Altamore ha ideato questa collezione durante il lockdown. In un tempo sospeso e in un futuro incerto i suoi abiti sono un inno di positività, di speranza, di cambiamento verso un mondo migliore dove ognuno di noi possa ritrovare al più presto la normalità e ritornare a vivere. 

Ogni abito e accessorio della Cassiopea Collection ha il nome di una stella diversa. Ad ogni outfit sono abbinate particolarissime borse. I suoi abiti dalle linee originali sono nello stesso tempo raffinati ed eleganti. Il suo stile è inconfondibile, un mood ricercato, eccentrico ma di classe, per una donna che voglia distinguersi, che abbia carattere, indipendente, sognatrice e romantica, che non perda mai di vista la sua femminilità. 

A causa dell'emergenza sanitaria in cui il nostro Paese è coinvolto per superare la pandemia legata al Covid-19, tenendo conto della dinamica delle misure restrittive riguardanti persone e imprese, la sfilata della collezione Haute Couture avrà luogo il 19 giugno 2021 alle ore 18 a Roma presso la residenza della stilista nella VI Edizione del prestigioso Gran Galà estivo “Summer Fashion and Art ”.

La nota couturier, che ha conseguito il diploma di Laurea in Fashion Designer presso lo IED, Istituto Europeo di Design di Roma, ha alle spalle una lunga e luminosa carriera che l’ha portata a farsi conoscere e apprezzare non solo in Italia ma anche all’estero, presentando le sue collezioni a Parigi, New York, Praga, Malta, Dubai. Affermata stilista nel mondo del Fashion Luxury con le sue creazioni rappresenta l’eccellenza del Made in Italy. Attenta osservatrice dei mutamenti del costume non subisce le influenze di tendenze, distinguendosi con il suo stile sofisticato, concettuale, avveniristico, storico e artistico.

Il Brand Altamore è presente nelle più importanti manifestazioni d’Alta Moda italiana e internazionali. Più volte ha partecipato alla Kermesse Altaroma, ha sfilato in occasione del Festival della Canzone Italiana sulla scalinata del Casinò di Sanremo, ed anche per Casa Sanremo Moda, manifestazione a contorno del Festival, in Campidoglio per i “150 anni di Moda e Musica nell’Italia Unita” con il Patrocinio di Roma Capitale, al Salone del Lusso a Roma EXPOLUXE, per la Fondazione Telethon a Palazzo Valentini all’Evento “Le Stelle della Moda Italiana”, per la raccolta fondi a favore dei terremotati dell’Emilia Romagna con il Patrocinio della Provincia di Roma, a “Donna Sempre”, presso il carcere di Rebibbia, evento dedicato alle detenute e patrocinato dall’Onorevole Renata Polverini, al “Gran Galà della Moda” all’Hotel Excelsior di Roma, a “Crociera della Moda” su MSC Crociere con la collezione Yacthing, al Mipel The Bag Show, la più grande Fiera Internazionale della pelle e accessori moda che si svolge due volte l'anno a Milano, ricevendo il riconoscimento come Primo Brand classificato su 300 espositori con la borsa ispirata all’Art Decò, al Teatro Greco di Taormina per il Festival Cinematografico “Nastri d’Argento”, defilé alla Serata di Gala della Fondazione Alberto Sordi all’Hilton Roma, al “Moda e Arte” a Castrocaro Terme a Palazzo Pretorio con la collezione Etrusca, e molte altre partecipazioni.

Tra le sue più famose creazioni le borse: “Horse Bag” realizzata per la Regina Elisabetta in occasione dei suoi 60 anni di Regno, "Mozah Bag" per la Principessa Sheikha Mozah del Qatar, "Anita Bag” ispirata ad Anita Garibaldi e creata in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia e donata alla Signora Clio Napolitano, “Twing Bag” per la Principessa Charlene di Monaco ed ancora la "Space Bag" per l'astronauta Samantha Cristoforetti e tra le ultime la "Roses Bag" per la First Lady Melania Trump.

Ricercatissime le sue originali e lussuose collezioni ispirate all'antica Grecia, all'Art Déco, all'Art Nouveau, alle Opere liriche “Cavalleria Rusticana", agli Egizi, agli Etruschi, all’arte Bizantina, alla Roma Imperiale, al mare con “Poseidon”, agli anni ‘20 con “Glamour”, alla natura con “White in Flower”, “Aurore Boreali” e la preziosissima “Pearl Dreams”. Tra Le ultime collezioni "Donna nel Tempo" che ripercorre tutta la storia del costume e della moda, dalla preistoria ai giorni nostri. Le creazioni di Eleonora Altamore sono a tiratura limitata e si collocano in un mercato esclusivo e di nicchia, sono tra i pezzi di lusso più desiderati dalle Signore.

Diversi sono i premi che ha ricevuto: Premio Margutta per la moda nel 2011 e la Targa per la sua partecipazione al “ModArt e Premio Margutta 2020” con la collezione “Pearl Dreams”, Premio WAW 2015 per il Made in Italy d’Eccellenza conferito dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, Premio Trinacria città di Taormina, Premio alla Moda conferito dall’ Assessorato alla Cultura e Roma Capitale presso lo Stadio di Domiziano, Premio Prestige per le Arti, Premio Mod’Arte 2019 città di Sorrento, Premio per la Moda ed il Made in Italy, conferito in Campidoglio e patrocinato da Roma Capitale. Inoltre, Il 14 ottobre 2021 le sarà assegnato a Roma il Premio D’Eccellenza “Città del Galateo – Antonio Ferraris”.

Il suo motto è “La vita per l'arte è l’arte del vivere”.

WWW.ALTAMOREMODA.COM

Gisella Peana

© RIPRODUZIONE RISERVATA






































mercoledì 17 marzo 2021

In prima serata su RAI 2 il 17 e 24 marzo la serie tv "Rocco Schiavone, Quarta Stagione" con Marco Giallini e la regia di Simone Spada

Marco Giallini

 


In prima visione su Rai2 andrà in onda la Serie tv "Rocco Schiavone, quarta stagione" in due serate mercoledi 17 e mercoledì 24 marzo alle ore 21.25.

Tratta dai romanzi di Antonio Manzini, editi in Italia da Sellerio Editore, con la regia di Simone Spada, la serie avrà come protagonista l'attore Marco Giallini che vestirà i panni di Rocco Schiavone, un vicequestore in forza alla Polizia di Stato, romano fin nel midollo, che si ritrova a dover svolgere le sue funzioni nella città di Aosta.

Rocco Schiavone è sarcastico, nel senso più romanesco del termine, maleducato, cinico quanto basta; odia il suo lavoro, soprattutto odia Aosta. Però ha talento. Trasferito nel capoluogo valdostano per motivi disciplinari, è un uomo con un senso etico tutto personale, che raramente coincide con quello che un poliziotto dovrebbe avere. È sboccato, brusco e le sue azioni spesso esondano i margini della legalità. Un uomo con un passato oscuro, con molti scheletri nell'armadio. Nato a Trastevere negli anni '70, in un piccolo appartamento in via delle Mantellate, quando il pittoresco quartiere romano non era ancora meta dei turisti e degli investitori americani, figlio di operai, Schiavone è cresciuto per strada giocando a guardie e ladri con i suoi amici del cuore, Sebastiano, Furio e Brizio. Col tempo i suoi amici sono rimasti ladri, lui invece è diventato guardia. Ma questo non ha intaccato il loro affetto e soprattutto il rispetto reciproco. Insomma, Rocco Schiavone è sì un poliziotto, ma tutto di lui farebbe dire il contrario. C'è solo una persona al mondo che riesce a penetrare la scorza dura che Rocco si è costruito intorno: Marina, sua moglie. O meglio, la donna che era sua moglie. Che lo è stata fino al 7 luglio del 2007, giorno terribile nella vita di Rocco, nel quale la sua esistenza ha cambiato rotta, si è incrinata e, come un vaso di valore, non ha più potuto riprendere lo splendore di un tempo. Ma Marina continua a vivere nella mente di Rocco, che la vede viva e più bella che mai accanto a sé tutte le sere quando torna a casa. E la presenza della donna è l'unica cosa che rende sopportabile a Rocco la vita ad Aosta, l'unica cosa che riesce, in qualche modo, a colmare la nostalgia per Roma, per gli amici di sempre, per la sua vecchia vita.

Dopo il successo della terza stagione è stato quasi un obbligo pensare di girare la quarta serie, nonostante le difficoltà per le riprese legate ai protolli di sicurezza anti covid: tamponi con cadenze settimanali, il distanziamento sul set ecc... ma è stata più forte la voglia di ricominciare, di ritrovare entusiasmo attraverso l’amore e la passione per questo lavoro, che non ha fermato il regista, tutto il cast e i collaboratori. 

La serie è co-prodotta da Rai Fiction e Cross Productions.

giovedì 4 marzo 2021

Il Dog Film Festival, la prima rassegna cinematografica e letteraria italiana dedicata al cane


È in arrivo il Dog Film Festival, la prima rassegna cinematografica e letteraria italiana dedicata al cane e all'universo affettivo e culturale che lo rende protagonista di storie e relazioni con l’essere umano.

Un Festival incentrato su Empatia, Natura, Ambiente e Valori affettivi che invita tre categorie di partecipanti: professionisti, amatori e writers, a iscrivere le proprie opere, professionali o amatoriali, per concorrere nelle rispettive e diverse sezioni all'assegnazione dei DFF Awards.

Il Festival guarda all'intero universo canino; con due sezioni fuori concorso premia l'impegno civile dei cani al fianco e a sostegno dell'uomo e, al tempo stesso promuove una campagna di comunicazione sociale per contrastare la piaga dell'abbandono.

"Il Dog Film Festival" dichiara il curatore Marco Panella "vuole contribuire a rendere il cane protagonista dello spettacolo e della narrazione, e a posizionare definitivamente il suo rapporto con gli umani in un perimetro culturale e sociale da promuovere e valorizzare. Sviluppare empatia tra umani e cani migliora le persone, migliora il quotidiano e il modo con il quale ci rapportiamo con il mondo, primo tra tutti il rispetto reciproco."

Nell'attesa dell'apertura delle iscrizioni, i cui bandi verranno emanati a metà marzo, è online da oggi il sito ufficiale: www.dogfestival.it

L'iniziativa, ideata da Artix, gode del patrocinio di Croce Rossa Italiana e FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani), Partner è Trip for Dog, Media partner Dimensione Suono Soft.



Dog Film Festival: il trailer ufficiale

venerdì 12 febbraio 2021

"My funny Valentine", il nuovo singolo di Noa


Esce oggi, venerdì 12 febbraio 2021 "My funny Valentine", il nuovo singolo di Noa. La cantante israeliana di origine yemenita, artista internazionale conosciuta nel corso di oltre 30 anni di carriera per la sua eclettica produzione musicale, ha scelto stavolta il jazz per comunicare un messaggio universale, l'Amore! Quello vero, sincero, senza artifici o giochi di parole, quello sensibile e semplice, che in questo ambito l'artista esprime vocalmente nella sua essenzialità, con una retta linea di voce e chitarra. E non poteva farlo senza Gil Dor, chitarrista con cui ha condiviso palchi e contesti differenziati: insieme hanno realizzato questo video all'interno del suo studio di registrazione, in totale lockdown. 

Il singolo precede l'album "Afterallogy": un titolo che evoca il tempo di riflessione provocato dall'isolamento a cui ci ha sottoposto questo delicato momento storico, un'epoca di transizione che ci invita a guardare indietro per cercare il senso del nostro presente. Ma dopo tutto ("After all") alle incertezze dei tumulti odierni si sovrappone la forza senza tempo dei più grandi classici del jazz, dalla musica afroamericana a Broadway, che saranno ripercorsi nell'intero progetto discografico in uscita il 30 aprile 2021.


Noa


Video My funny Valentine


mercoledì 3 febbraio 2021

RIAPRE LA MOSTRA DI LEONARDO DA VINCI AL PALAZZO DELLA CANCELLERIA


Finalmente la Mostra “Leonardo da Vinci. Il Genio e le Invenzioni – Le Grandi Macchine interattive”, allestita a Roma presso il Palazzo della Cancelleria, e diretta da Augusto Biagi, riapre le porte.

Dopo le lunghe settimane di chiusura forzata imposte dall’emergenza sanitaria, la Mostra riapre al pubblico garantendo la massima sicurezza grazie all’attuazione di tutte le norme e i dispositivi di sicurezza previste del protocollo.

La struttura, infatti, già dalla prima riapertura dopo il primo lockdown si è adeguata alle nuove disposizioni per garantire al pubblico la possibilità di godersi in sicurezza la mostra sul grande genio e artista che ogni anno attira milioni di turisti da tutto il mondo.

Come da nuova normativa, la Mostra sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 09:30 alle 14:00 e dalle ore 16:00 alle 19:00. Mentre, durante il weekend, sarà visitabile solo attraverso i virtual tour che hanno già riscosso un grande successo sia da parte di privati che da parte delle scuole per cui la Mostra realizza dei tour su misura (differenziandoli in base all’età degli studenti).

Per info sul sito: www.mostradileonardo.com







Il 7 febbraio alle 18 in diretta da Cortina su Rai2 e in Eurovisione la Cerimonia di apertura dei Campionati del Mondo di Sci Alpino con un grande Show insieme ad Andrea Casta, Gianna Nannini, Francesco Gabbani, Jacopo Mastrangelo e molti altri.

Andrea Casta 


Domenica 7 febbraio 2021 alle 18.00 in diretta da Cortina su Rai2 e in Eurovisione, si terrà la Cerimonia di apertura dei Campionati del Mondo di Sci Alpino che vedrà protagoniste le Dolomiti, patrimonio UNESCO di cui Cortina d’Ampezzo è “Regina”.

Un grande show, condotto da Petra Loreggian, che darà il via alle 2 settimane di competizioni iridate e che, sotto gli occhi degli spettatori connessi da tutto il mondo, farà lo “slalom” per raccontare i pilastri dell’italianità tra il Carnevale di Venezia, la lirica dell’Arena di Verona e le esibizioni di cantanti, musicisti e danzatori.

Nel cast dello spettacolo Il violinista Andrea Casta con il suo archetto luminoso si esibirà su un suo brano originale, dal titolo “Faster & Beyond”, composto e prodotto per l’occasione insieme a Lorenzo Benassi e masterizzato a Berlino da Zino Mikorey. Una composizione orchestrale dal sapore epico e cinematografico con al centro il canto del violino, e con qualche pennellata elettronica caratteristica dei recenti lavori discografici del musicista lombardo.

Insieme al violinista sul palco dello show, organizzato da Triumph International con la Direzione artistica di Roberto Patrizi Malfatto, ci saranno: Gianna Nannini, artista simbolo del rock-pop d’autore italiano, Francesco Gabbani, vincitore del Festival di Sanremo e tra i più apprezzati cantautori della nuova generazione, l’attore Francesco Montanari, il rapper Alfa e il giovane chitarrista elettrico Jacopo Mastrangelo, già ospite di Andrea Casta al recente concerto di Natale in streaming e protagonista insieme a lui di numerosi duetti di successo in apertura delle partite di Serie A allo stadio Olimpico di Roma.

Casta è uno dei musicisti più legati alla montagna: ex-atleta proprio di sci alpino (da giovane ha militato anche nel Gruppo Sportivo Esercito), già Maestro di sci, una volta intrapresa la carriera di uomo di spettacolo non ha mai perso il contatto con le “vette”. E’ stato protagonista negli eventi e party più esclusivi delle maggiori località sciistiche europee, mantenendo vivi i valori sportivi e del rispetto per la natura connaturati alle comunità e ai territori alpini; ultime occasioni l’Ice Music Festival di Ponte di Legno – Tonale inaugurato con il suo archetto luminoso e il violino di ghiaccio a inizio 2020 e il TedX Cortina a 2800 metri sul Lagazuoi, lo scorso agosto.

“Sono felice di questa straordinaria opportunità perché in montagna, fin da bambino, non solo ho imparato a sciare e ad essere il più veloce, ma ho imparato soprattutto a cadere e rialzarmi, il rispetto per la natura, l’importanza della pace interiore e della motivazione, e a guardare al futuro ricordando sempre da dove vieni”, spiega il musicista che, sulla situazione attuale, aggiunge: “i campionati del mondo di sci, anche se svolti a porte chiuse, rappresentano un volano di visibilità internazionale per le nostre montagne, che speriamo possano presto tornare a ricevere gli amanti dello sci e della natura lasciandosi alle spalle questo difficilissimo periodo”.



Video Andrea Casta