Pubblicità

lunedì 15 gennaio 2018

A Roma Sposa, il Salone Nazionale dell'Abito da Sposa, sfila l'Atelier "La Vie en Blanc".



Giorgia Albanese, quarta generazione di produzione nella moda romana, titolare de "La Vie en Blanc Roma", Atelier di abiti da sposa e cerimonia, presenterà la nuova collezione sposa nell’incantevole scenario de "La Nuvola di Fuksas" domenica 21 gennaio 2018 alle ore 14:30 durante le giornate di Roma Sposa.
Le creazioni de "La Vie en Blanc Roma" sono una sintesi delicata tra semplicità, raffinatezza e qualità. Un’inesauribile fonte di fantasia, unita alla vasta proposta sartoriale, ad un’impeccabile cura dei dettagli e alla costante ricerca di tessuti all’avanguardia. I capi, realizzati interamente a mano e rigorosamente made in Italy, sono unici e su misura, costituendo un vero e proprio punto di forza della Maison, finalizzato a regalare alla sposa un abito esclusivo e personalizzato.
Le collezioni presenti in Atelier e l'elevata competenza della sartoria permettono di trovare abiti adatti a qualunque esigenza: dai più semplici e minimal chic, a quelli più sontuosi e ricercati. Ogni incontro diventa uno scambio di idee creative nel quale desideri, emozioni, sogni e competenza si fondono, dando vita ad un capo splendido, ricercato nei dettagli e capace di valorizzare la sposa, rispecchiandone la personalità senza però trasformarla.
Sarte professioniste realizzano interamente su misura le prestigiose collezioni cerimonia, linee eleganti e versatili che si esprimono in abiti realizzati con sete, pizzi chantilly e ricami con materiali preziosi. Dalla scelta delle calzature all’ampia e curata selezione di veli, cappelli e coprispalle, l’atelier "La Vie en Blanc Roma" è in grado di completare il look per il giorno più bello, attraverso la consulenza e l’assistenza di sarte di alta professionalità.
Grazie al sarto presente nell’atelier "La Vie en Blanc Roma", che realizza creazioni maschili su misura, non viene trascurato l’uomo e prende così forma l’intero progetto matrimonio, in modo da conferire la stessa eleganza agli sposi ed agli invitati. Camicie e cravatte di qualità e gusto ai massimi livelli, con un’attenzione particolare ai dettagli con l’obiettivo di raggiungere il prezioso equilibrio e la giusta armonia tra abiti ed accessori.
Tra le prestigiose creazioni presenti nell'elegante Atelier, si possono ammirare le collezioni di abiti Enzoani, un brand tra i più ricercati al mondo, sinonimo di stile e qualità, di cui l’atelier "La Vie en Blanc Roma", selezionato per l’altissimo livello qualitativo del servizio, è esclusivista a Roma e provincia.

giovedì 11 gennaio 2018

LA VEDOVA ALLEGRA AL TEATRO PARIOLI DAL 16 AL 21 GENNAIO 2018


Il Teatro Parioli a Roma da martedi 16 a domenica 21 gennaio, propone un grande classico del genere “La vedova allegra”, con la Compagnia Italiana di Operette, libretto di Victor Léon e Leo Stein, per la regia di Flavio Trevisan, e direttore musicale Maurizio Bogliolo, con Emanuela Digregorio, Victor Carlo Vitale, Claudio Pinto Kovacevic, Irene Geninatti Chiolero, Massimiliano Costantino, Vincenzo Tremante, Giulia Mattarucco, Riccardo Ciabò, Nicola Vivaldi e Mattia Rosellini.
Il corpo di ballo è composto da: Martina Alessandro, Silvia Di Pierro, Martina Lazzari, Giada Lucarini, Idiana Perrottae Raffaella Siani.
La Vedova Allegra, celebre operetta musicata in maniera magistrale da F. Lehar, è ambientata a Parigi, presso l'Ambasciata del Pontevedro e ha per protagonista Hanna Glavary, vedova del ricco banchiere di corte. L'ambasciatore pontevedrino, il Barone Zeta, riceve l'ordine di combinare un matrimonio tra Hanna e un compatriota per far si che la dote della ricca vedova resti nelle casse dello Stato. Il Barone Zeta, coadiuvato da Njegus segretario un pò pasticcione, tenta di risolvere la situazione, innescando però una serie di equivoci comici trascinanti che condurranno nonostante tutto ad un lieto fine.

www.parioliteatro.it

mercoledì 10 gennaio 2018

Al via la XIV edizione di Visioninmusica 2018




Sette concerti serali e due eventi fuori abbonamento: questo il programma 2018 che Visioninmusica propone per la sua XIV edizione, che partirà a breve per concludersi a fine aprile. 
Una stagione che conferma, nelle scelte artistiche di Silvia Alunni, ingredienti di primissima qualità, andando alla ricerca delle ultime novità tra i fenomeni musicali più interessanti del momento, la maggior parte dei quali provenienti dall'estero. 
Si inizia però dall'Italia, il 12 gennaio, dove la voce di Petra Magoni accompagnata dal contrabbasso di Ferruccio Spinetti, - nella formazione Musica Nuda, una delle più insolite e strabilianti formazioni musicali in circolazione - saranno protagonisti, all'Auditorium Gazzoli di Terni, di Leggera, un concerto tratto dal loro ultimo album, ispirato alla prima delle Lezioni Americane di Italo Calvino, che esplora in parole e musica il concetto di ‘leggerezza’.
Musica Nuda è frutto di un incontro voluto dal destino: nel 2003 Petra Magoni aveva in programma un mini-tour in alcuni club della “sua” Toscana con un amico chitarrista. Proprio il giorno del loro primo concerto, il chitarrista si ammala. Petra invece di annullare la data chiede a Ferruccio Spinetti, già contrabbassista degli Avion Travel, di sostituire il collega indisponibile all’ultimo minuto. Il concerto ottiene un tale successo che i protagonisti di questo insolito duo, nel giro di qualche settimana, mettono insieme un intero repertorio, composto dalle canzoni che più amano e di slancio registrano in una sola giornata il loro primo album Musica Nuda, titolo che darà poi il nome anche alla loro formazione. In quattordici anni di intensa attività concertistica Musica Nuda ha collezionato riconoscimenti prestigiosi, come suonare all’Olympia di Parigi, o all’Hermitage di San Pietroburgo. Sono stati ospiti del Tanz Wuppertal Festival di Pina Bausch e, sempre in Germania, hanno aperto i concerti di Al Jarreau. Con il ‘Little Wonder Tour’ si sono esibiti in Europa, nord e sud America, fino ad arrivare in Giappone. Da quel fatidico incontro, Petra e Ferruccio hanno tenuto più di 1200 concerti, hanno prodotto otto dischi in studio, due dischi live e un dvd.
Leggera (Warner, 2017) è il loro ultimo album, composto da brani inediti e con testi in italiano, ispirati alla leggerezza di calviniana accezione, quella della prima delle sue Lezioni americane. Un’idea che si rintraccia in tutti i brani dell’album, intrisi di una grazia lieve e di un’eleganza che ricordano la canzone italiana d’autore degli anni Sessanta. Numerosi sono gli artisti che hanno contribuito alla scrittura dei pezzi: da Peppe Servillo (che firma il brano Come si canta una domanda, su musica di Ferruccio) a Fausto Mesolella (autore della musica di Tu sei tutto per me col testo di Alessio Bonomo), a Frankie Hi-NRG Mc (autore del testo Lunedì, su note di Ferruccio). E ancora Francesco Cusumano con Feltrinelli e l’inedito di Lelio Luttazzi e Zeppieri: Canzone senza pretese.

Tutte le info su: http://www.musicanuda.com/

martedì 9 gennaio 2018

Nasce a Roma l’associazione "La Fucina delle Muse" per far conoscere la grandezza storica e culturale della Capitale



Si svolgerà il 13 gennaio p.v. nella prestigiosa sala dell’Accademia Praeneste, la tavola rotonda di presentazione dell’associazione "La Fucina delle Muse".
Nata da un’idea didattica della Dr.ssa Barbara Gottardi e della Prof.ssa Fiorella Galliani, "La Fucina delle Muse" si propone di esternare ai ragazzi delle scuole di Roma la passione per la storia, la musica, l’arte ed il teatro attraverso il progetto "Historiart", rispondendo alla sempre più crescente richiesta di far conoscere la grandezza storica e culturale della nostra capitale, da sempre bacino di immensa cultura.
Le fondatrici dell’associazione hanno infatti deciso di coinvolgere le scuole romane, nella realizzazione di un percorso di approfondimento presso i loro stessi istituti. All’inizio di ogni anno scolastico verrà scelto un periodo storico di riferimento (dalla Roma antica a quella contemporanea) e verrà costruito un percorso didattico, nel quale "La Fucina delle Muse" si inoltrerà insieme agli studenti che desiderino aderire al progetto Historiart.
Tale progetto tuttavia, non è ascrivibile in via esclusiva solo alle scuole, ma adattabile anche ad Accademie, Circoli, Fondazioni e tutti gli enti che gravitano intorno al prestigioso mondo della cultura e della musica e che vogliono approfondire o arricchire la propria offerta didattica.
I professionisti de "La Fucina delle Muse" sono in grado di offrire strumenti di studio ed esplorazione diversificati, che diventano un interessante integrazione ai programmi ministeriali ed alle attività extrascolastiche previste di norma nella maggior parte degli istituti con approfondimenti di antropologia, etnomusicologia ed integrazione sociale.
Il preziosissimo aiuto dell’Associazione Gruppo Storico Romano, offrirà un potenziale fondamentale per l’esposizione di oggetti mediante la dettagliata spiegazione delle manifatture degli stessi e dei relativi usi.
Su richiesta, "La Fucina delle Muse" costruirà insieme ai docenti un breve copione per permettere agli studenti di portare in scena i risultati raggiunti con uno spettacolo fatto di musica, testi, costumi e scenografie adeguate al tema scelto ad inizio percorso.
"Il coinvolgimento attivo, nei diversi step, degli studenti sarà quindi un elemento fondamentale del progetto" – spiega la Prof. ssa Fiorella Galliani, vice presidente della Associazione "La Fucina delle Muse" - "una tale articolazione del lavoro aiuterà l’interazione e la socializzazione degli alunni a vari livelli d’apprendimento e, tramite il divertimento e la responsabilizzazione, infonderà la curiosità della ricerca". "Solo rendendo l'alunno parte attiva di un tale percorso come protagonista" - prosegue la Dr. ssa Barbara Gottardi, Presidente dell’Associazione - "riteniamo che esso possa superare paure e timidezze in maniera ludica, esercitare la memoria, stimolare le proprie capacità cognitive, così da poter apprendere, socializzare e, in ultimo, ma non ultimo in ordine d’importanza, incuriosirsi verso ciò che ancora non conosce".
Alla tavola rotonda saranno presenti ed interverranno importanti nomi del mondo della cultura, della musica e dell’arte. La conferenza sarà infatti aperta dal Maestro Lombardi, Direttore dell’Accademia di Musica Praeneste, al quale seguiranno gli interventi della Dr.ssa Barbara Gottardi e della Prof.ssa Fiorella Galliani, rispettivamente Presidente e Vice Presidente dell’Associazione "La Fucina delle Muse".
Importante, inoltre, il prezioso contributo del Presidente e fondatore dell’Associazione Gruppo Storico Romano Sergio Iacomoni e del Dr. Sergio Pelliccioni, Responsabile Progetti Educativi dell’Associazione Archivio della Memoria.
Moderatrice di questo importante incontro sarà la Dr.ssa Erika Gottardi direttore della rivista "Woman & Bride".

Contatti e info:
lafucinadellemuse@gmail.com;
https://bgottardi.wixsite.com/fucinadellemuse;
Facebook.



venerdì 22 dicembre 2017

Il fotografo Michael Stabile ideatore della prima edizione del Fashion Tour 2018


Michael Stabile e le modelle Daniela Christiansson e Jelena Markovic





La moda è in tour nelle location più esclusive della penisola italiana con il "Fashion Tour", ideato dal fotografo di moda Michael Stabile e le due top model internazionali Daniela Christiansson e Jelena Markovic, che fotograferà nei luoghi più esclusivi e affascinanti del nostro Paese.
La prima edizione del "Fashion Tour 2018" è stata inaugurata lo scorso 7 Dicembre nello show-room Alfa Romeo e Jeep Unicar Salerno, sponsor del tour, con l'Alfa Romeo Giulia "in abito" alta moda dello stilista Nino Lettieri. 
Il Fotografo Michael Stabile realizza l’immagine foto e video come mezzo di comunicazione pubblicitaria, per questo sceglie le location più suggestive della penisola italiana con lo scopo di generare per le aziende sponsor una visibilità virale grazie all’influenza sempre più pervasiva dei social media. 
Scoprite le date e i luoghi del tour sul sito: www.michaelstabile.it e partecipate come sponsor al Fashion Tour. 





AL DESIGNER GIUSEPPE FATA IL PREMIO “ST. OSCAR DELLA MODA 2017”

Giuseppe Fata



Il Premio “St.Oscar della Moda”, giunto alla quinta edizione, è stato conferito al creative director dell’International Head Sculpture Designer Giuseppe Fata. 
La statuetta, realizzata dal Tari, polo produttivo e fieristico di gioielleria e oreficeria più grande del sud Italia, è stata conferita allo stilista quale eccellenza del made in Italy nel mondo per la sua straordinaria creatività e unicità delle "Teste Sculture", apprezzate dall’haute couture di Parigi e che si è distinto a livello nazionale e internazionale.
L’evento si è svolto domenica 17 dicembre 2017, nella splendida corte interna del XIII secolo di Palazzo Caracciolo M Gallery by Sofitel, progetto ideato per premiare le eccellenze della moda, della bellezza e del giornalismo.
La serata è stata presentata dal giornalista Alessandro Cecchi Paone e dalla modella e show girl Nina Moric.
L’evento ha visto il patrocinio del comune di Napoli, "Casartigiani" di Giuseppe D’Amore, la partnership con la ONLUS Africa Enjoy e la direzione artistica di Steven Giuseppe Torrisi.
Oltre allo stilista Giuseppe Fata, la giuria presieduta dalla giornalista Cinzia Malvini e dal produttore televisivo Nando Moscariello, ha conferito le statuette “Premio ST. Oscar della Moda” agli stilisti Nino Lettieri, Michele Miglionico, Carlo Alberto Terranova e Gianni Calignano, al costumista cinematografico Silvio Laurenzi, al creative make up artist Gennaro Marchese, all’attore Mario Ermito, al modello Gennaro Lillio, alla conduttrice Tv moda Cinzia Malvini e tanta altri.
Testimonial del maestro Fata sono stati: Valerio Bovenzio della “Model Image Influencer” e la modella ucraina Maryna Stanislavorna Oasdchuk dell’agenzia "Model Carmen Martorana eventi".



giovedì 21 dicembre 2017

Roma festeggia il Capodanno con musica, spettacoli di majorette, acrobati, gruppi folk e street dancer


Per l’undicesimo anno di seguito Roma e il suo caratteristico tridente storico si confermano la perfetta cornice della Parata di Capodanno.
Lunedì 1 gennaio 2018, a partire dalle 15:30 da Piazza del Popolo, partirà infatti la rinomata "Rome Parade" che quest’anno vedrà sfilare, oltre alle caratteristiche marching band di alcune high school americane, anche formazioni di majorette, acrobati, gruppi folk e street dancer.
Tra i nomi dei partecipanti, ci saranno dagli Stati Uniti Pittsburg High School Marching Show Band, J.P. Taravella High School Marching Band, Tri-City Band Corps e Needham B. Broughton High School Festival Chorus, mentre dall’Italia saranno in arrivo le Associazioni Riunite di Rievocazione Storica Romana, la Triuggio Marching Band & Majorettes, la Banda Musicale don Antonio Santini di Poggio Moiano & Majorettes, l’Associazione Bandistica ‘Città di Mentana’, il Gruppo Folk ‘La Frustica’ di Faleria, l’Associazione Musicale Gavignano Sabino che si esibirà insieme alle Majorettes Compatrum, la Bedizzole Marching Show Band, le Dancing Majorettes di Mentana, la Amaseno Harmony Show Band, la Sabina Music Band insieme alle Majorettes di Casperia, il Gruppo Folkloristico Musicale “Compatrum” +con le Majorettes.
Questo il percorso della parata, che si potrà seguire da vicino attraverso anche speciali guide di presentazione dei componenti dei vari gruppi: piazza del Popolo, via del Corso, via dei Condotti, piazza di Spagna, via del Babuino, via di Ripetta, piazza Augusto Imperatore, via del Corso e gran finale in piazza del Popolo.
Come di consuetudine, inoltre, nel periodo di Capodanno si terranno una serie di spettacoli all’interno di splendidi edifici storici: cornice della prossima edizione saranno la Chiesa di Santa Maria in Montesanto e la Basilica di S. Giovanni dei Fiorentini di Roma.
La "Rome Parade" è organizzata da "Destination Events", leader di settore nella creazione di spettacoli europei all'aria aperta e organizzatrice tra gli altri eventi, dal 1987, della celebre "London’s New Year’s Day Parade" che si tiene il primo dell’anno nella capitale britannica.