Pubblicità

domenica 19 novembre 2017

Al Moncalieri Jazz Festival gran finale in omaggio del centenario di Dizzie Gillespie




Gran finale all’Auditorium Lingotto di Torino per la XX edizione del Moncalieri Jazz Festival, domenica 19 novembre alle ore 21:00, dedicata a Dizzy Gillespie, che sarà soprattutto un omaggio a Torino e al Piemonte.
Fabrizio Bosso e Flavio Boltro, infatti, musicisti torinesi diventati famosi in tutto il mondo, realizzeranno per l’occasione un concerto/evento che rimarrà nella storia del jazz italiano e internazionale, con la straordinaria partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta per la prima volta dal giovane Andrea Ravizza, che ne ha curato gli arrangiamenti. Insieme a loro, il decano delle trombe, il super ospite torinese Enrico Rava, comporrà il trio di trombe piemontesi più famose al mondo per rendere l’appuntamento davvero unico. 
Nel corso dello spettacolo, “Dizzylosophy” un testo in onore di Gillespie scritto dall’artista Davì Lamastra verrà letto e interpretato, in video, da venti personalità legate a Moncalieri, tra cui il Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, il cardinal Severino Poletto, l’imprenditore Fabrizio Giugiaro e l’attore Luca Argentero.
A sigillare infine l’omaggio alle eccellenze piemontesi, sarà presente anche un altro testimonial d’eccezione: il prototipo di supercar ‘made in Italy’ ZeroUno, disegnata e realizzata da Italdesign. La serie ultra-limitata di modello presenta il nuovo marchio Italdesign Automobili Speciali che identifica tutte le vetture realizzate in piccola produzione dall'azienda di Moncalieri.
Condurrà la serata Marco Basso, critico musicale de "La Stampa".

Info e prevendite: www.ticket.it/moncalieri

sabato 18 novembre 2017

XVI Edizione del "Roma Fashion White", l'alta moda sfila in chiesa

Chiesa di San Paolo dentro le Mura



“Roma Fashion White” l’unica manifestazione nazionale dedicata al “Pianeta Sposa” ad essere organizzata in una Chiesa, giunge quest’anno alla sua 16^ Edizione.
L’evento programmato per lunedì 20 novembre 2017, ideato dal fashion producer Antonio Falanga, prodotto dalla Together eventi comunicazione e organizzato dalla P&G Events di Grazia Marino, si prefigge di promuovere a Roma, capitale della couture italiana, le più importanti realtà sartoriali del settore.
Anche quest’anno sarà la navata centrale della Chiesa di San Paolo dentro le Mura a Roma, prezioso gioiello architettonico dichiarato “Monumento Nazionale” dal Governo Italiano, il palcoscenico ideale per la presentazione di esclusive e prestigiose creazioni “handmade”. 
All’iniziativa patrocinata da CNA Federmoda, condotta dalla giornalista di moda e costume Cinzia Malvini, parteciperanno cinque Maison d’Alta Moda Sposa, un Brand di Gioielleria e per la Sezione “Nuovi Talenti” una giovane fashion designer. 
“Come ogni anno, siamo pronti a proporre sempre nuovi temi a “Roma Fashion White”, dichiara Antonio Falanga, fra i più interessanti di questa edizione quello di aver individuato ed invitato Maison d’Alta Moda Sposa del nord, del centro e del sud d’Italia, in modo da presentare in passerella una visione globale nazionale delle ultime tendenze moda dedicate alle creazioni del settore “Sposa”.
Ad aprire il defilé di “Roma Fashion White” 2017 saranno le Gemelle Donato tra le maison siciliane più prestigiose che con i loro Atelier, quello storico di Adrano e quello di Viale XX Settembre di Catania, sono una vera e propria fucina di talento creativo e di straordinaria ricercatezza. Gli abiti da sposa sono curati in ogni minimo dettaglio, studiati con incredibile meticolosità, per corredare in modo degno la bellezza di ogni singola donna che si accinge a vivere il giorno più bello della sua vita.
A seguire il flash moda dell’Atelier Barbara Montagnoli. In una famiglia nella quale si crea moda donna da 60 anni, la naturale vocazione stilistica di Barbara ha facilitato il suo inserimento nelle varie fasi di ideazione e creazione delle collezioni dedicate all’Alta Moda Sposa e a quelle dell’Haute Couture. La tradizione dell’alta sartoria italiana, la ricerca dei tessuti e dei colori sono per Barbara gli elementi cardini per la creazione di abiti su misura, che hanno come punto di ispirazione la personalità delle future spose.
Particolare ed innovativo il momento dedicato alla Sezione “Nuovi Talenti”. Un progetto ideato dalla brand manager Grazia Marino, che prende vita in questa edizione di “Roma Fashion White”, rivolto alla promozione di nuovi fashion designer. L’intento è quello di presentare creazioni sartoriali innovative, sia per linee stilistiche che per ricerca di tessuti, dedicate al tema del “White”. La prima creatrice individuata e selezionata sarà Beatrice del Conte che presenterà in passerella tre creazioni ispirate alla bellezza e all’armonia del fiore di Loto.
A seguire, la capusule collection dell’Atelier Menì di Mauro Menichino, uno dei creativi più versatili del momento, che dopo aver lavorato per i grandi marchi di moda in Italia e all'estero, ha scoperto la passione per l’Alta Moda Sposa. Nel suo Atelier romano, prendono vita creazioni haute couture, dalle linee moderne, realizzate con tessuti esclusivi e finiture sartoriali. Molto ricercate anche le proposte sartoriali per piccole ed eleganti damigelle.
Non solo proposte moda sartoriali, ma anche idee originali nella navata della chiesa, come i gioielli di Sefora DAISY Collection. La forma semplice ed evocativa della collezione “Margherite di Sefora ” vuole rendere omaggio allo spirito delle donne, alle loro energie, è un inno alla vita, alla forza dell’amore e a tutto quello che di semplice, puro, essenziale e al contempo raro e prezioso c’è come il matrimonio.
A “Roma Fashion White” non solo proposte per matrimoni religiosi, ma anche per contemporanei riti civili nuziali. Donne esclusive, eleganti, autentiche che cercano l’inscindibile connubio tra qualità e bellezza, non possono che vestire la linea “Smoking” di Good Luck. Blazer e pantaloni, gli elementi cardini degli outfit, ispirati ai canoni maschili, vengono rivisitati in chiave femminile e arricchiti da top elasticizzati realizzati in cristalli Swarovski, da indossare sempre e solo per appuntamenti charmant.
Ultimo quadro moda in passerella quello di Gian Paolo Zuccarello. La Collezione d’Alta Moda Sposa “Madame” sarà tra le più attese dal pubblico di “Roma Fashion White” che da anni lo segue con passione. Creazioni ideate per il fatidico giorno del “Si”, tessuti naturali di rigorosa provenienza italiana, organze dipinte a mano, ricami di pietre realizzati da mani sapienti a telaio, sui quali emergono minuzie artigianali di perle, cristalli Swarovski e pizzi valencienne francesi, per dettagli di gran classe. 
L'evento sarà curato da un reportage fotografico dello Studio Fotografico Catino, tra i principali professionisti del settore foto/wedding; i momenti musicali live da "La Semicroma", realtà di professionisti musicali, ideata dal M° Antonio Nasca; per il progetto di lighting-design la TechnoElite di Roma.
Di gran prestigio i “Partners Immagine” di Roma Fashion White 2017: stile e bellezza in passerella saranno gli elementi che caratterizzeranno le proposte beauty realizzate dal noto make-up artist Raffaele Squillace; particolare la ricerca stilistica anche per le proposte coiffeur ideate da Orazio Tonelli, ambasciatore e stilista L’Oréal Professionnel da oltre dieci anni.
I Media Partners dell’evento sono il prestigioso magazine internazionale “BOOK Sposa” e “Radio Italia Anni 60” Fashion Wedding Academy nella quale Barbara Verchiani e Serena Palumbo conducono una rubrica sul mondo del Wedding e degli Eventi.
Nel corso dell’evento sarà consegnato il “Premio Roma Fashion”, un Premio Alla Carriera e alle Professioni Moda. Il riconoscimento, ideato nel 2002, intende rendere omaggio all’impegno dei principali protagonisti del nostro fashion system: giornalisti, hair stylist, look maker, press office, fashion styling, testimonial, accademie di moda, e istituzioni, che nei diversi ambiti professionali promuovono con competenza e dedizione il nostro Made in Italy.
I professionisti della Moda premiati nell’anno 2017 saranno: per la Sezione “Fashion Testimonial” l’attrice Elisabetta Pellini; per la “Sezione Hair Stylist” Roberto Carminati, hair stylist delle star; per la Sezione “Giornalismo” Veronica Timperi, Fashion & Beauty Reporter Il Messaggero; per la Sezione “Media” Mariarita Grieco, Caporedattice Redazione RAI TG2; per la Sezione “Fashion Blogger” Maria Vittoria Cusumano, ideatrice del fashion blog “The Scent of Woman”; per la “Sezione TV” Roberta Ammendola, giornalista RAI della Redazione del TGR Lazio; per la Sezione “Fashion Styling” Stefania Sciortino, stylist e fashion consultant; per la Sezione “Istituzione” Antonio Franceschini, responsabile Nazionale di CNA Federmoda.




mercoledì 15 novembre 2017

A CRISTIANA PEGORARO IL PREMIO “OLTRE LA BRECCIA”




In occasione del suo concerto alla Carnegie Hall di New York, il 16 novembre 2017, verrà consegnato alla pianista italiana Cristiana Pegoraro il Premio "Oltre La Breccia", creato nell’ambito della manifestazione “Luci della storia su Porta Pia”.
Un riconoscimento rivolto ai meritevoli di azioni responsabili, significative e repentine nel nome dell’agire per il Bene comune: tale è il Premio “Oltre la breccia”, creato per il primo anno nell’ambito della manifestazione Luci della storia su Porta Pia che si è felicemente conclusa qualche settimana fa a Roma e che ora vedrà volare a New York in sua rappresentanza Paolo Peroso, per consegnare il Premio ad una delle nostre pianiste italiane più autorevoli che ha portato la propria espressione artistica a distinguersi in ambito internazionale.
La pianista ternana Cristiana Pegoraro, dotata di grandi capacità tecniche ed interpretative è apprezzata in tutto il mondo. Talentuosa compositrice e autrice di numerose trascrizioni per pianoforte tratte dal repertorio operistico italiano, di Tanghi di Piazzolla e Danze cubane di Lecuona.
Al nostro Paese è dedicato uno speciale omaggio di cui lei stessa sarà protagonista il 16 novembre presso la Carnegie Hall di New York: un vero e proprio viaggio musicale che abbraccerà due secoli di musica, dal ‘700 al ‘900, con un unico filo conduttore.
Verranno, in tale contesto, presentate le più belle pagine scritte da compositori italiani e da compositori stranieri che dall’Italia sono stati ispirati, da Scarlatti a Beethoven, da Bizet a Piazzolla, e inedite trascrizioni di arie e ouverture di compositori quali Verdi, Puccini e Rossini a cura della stessa Pegoraro.
Sarà nell’ambito di tale iniziativa, realizzata con il supporto della Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite in occasione del mese di presidenza italiana al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, che la pianista riceverà il “Premio Oltre la Breccia” e presenterà al pubblico statunitense il suo ultimo lavoro discografico, “Gioacchino Rossini Ouverture – Piano Transcriptions”, appena uscito per l’etichetta Da Vinci Classics.

XI Edizione del Premio Sette Colli: tra i premiati calciatori, sportivi, giornalisti e tifosi vip




Giovedì 16 Novembre alle ore 20:00 avrà luogo l'undicesima edizione del "Premio Sette Colli" organizzata da Fabrizio Pacifici e presentata da Federica Peluffo all'Exe Roma di Viale della Civiltà Romana, 1 (obelisco Eur, Roma). 
Un evento di avvicinamento alla sfida tra Roma e Lazio che vede assegnare, di volta in volta, un riconoscimento agli eroi che si sono resi protagonisti del derby capitolino, saranno premiati anche tifosi “vip”, oltre a dei rappresentanti del tifo biancoceleste in segno di fair play.
Sette i premi da assegnare: sette come i sette colli sui quali venne fondata Roma. Un riconoscimento unico nel suo genere, dettato dal tifo e dalla passione.
Importante il messaggio di “non violenza” che trasmette il “Premio Sette Colli Romanisti”: in ogni edizione un tifoso romanista premierà un tifoso laziale e così viceversa, un segnale distensivo per allentare le tensioni di una partita fondamentale per la città e per la classifica delle due squadre.
Ogni riconoscimento sarà consegnato da una madrina o padrino d'eccezione.

I PREMIATI DELL'11^ EDIZIONE sono:

- Pallone d'Oro Romanista: Roberto Scarnecchia (Giocatore AS Roma dal 1977-1982, 71 presenze e 3 gol, vincitore di due Coppe Italia)

- Premio Romanità: Primo Reggiani (attore), Roberto Capucci (regista)

- Premio Curva Sud: Marco Conidi (attore e cantante dell'Orchestraccia)

- Premio S.P.Q.R.: Daniele Lupo (Medaglia d'Argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro)

- Premio Romanista Vip: Carolina Rey (attrice e presentatrice Rai)

- Premio Voce Romanista: Francesco Balzani (giornalista)

- Premio Roma-Lazio: Fernando Orsi (Giocatore SS Lazio 1982-1985 e 1989-98, vincitore di una Coppa Italia)
Giulio Galasso (giornalista).

martedì 14 novembre 2017

La Puglia punta sulla cultura



Dieci anni (2017-2026) e 400 milioni di euro di investimenti in cultura. Con questi numeri, che appartengono al “PIIIL Cultura”, la Puglia inaugura la seconda edizione della Manifestazione “All Routes Lead to Rome”, Evento Ufficiale dell'Anno Mondiale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, proclamato dall'Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) presso le Nazioni Unite.
La Puglia è la prima Regione in Italia ad aver redatto un Piano strategico decennale della cultura, che sarà presentato venerdì 17 novembre a Roma nel Salone delle Conferenze di Palazzo Massimo in Piazza dei Cinquecento, 67 alla ore 10:30, nel corso del Workshop “Verso l’Economia della Felicità - PIIIL Cultura in Puglia”.
«La cultura - dichiara Loredana Capone, Assessore al Turismo della Regione Puglia - come strumento per governare lo sviluppo e la crescita, come traino per l’economia. Con PIIIL abbiamo voluto mettere in campo una vera e propria rigenerazione del sistema e del settore culturale. Una strategia, una visione che non solo ribaltasse lo stereotipo della cultura come hobby a vantaggio di una consapevolezza ben diversa, ovvero che la cultura è innanzitutto lavoro, ma riconoscesse alla programmazione delle attività e alla fruizione degli spazi comuni il valore fondamentale dell’opportunità del confronto e della condivisione».
Prodotto, Identità, Innovazione, Impresa e Lavoro. Sono questi i 5 temi del Piano, che ha l’obiettivo di sviluppare il prodotto culturale, di valorizzare l’identità del territorio, di costruire una nuova cultura d’impresa, di puntare su innovazione, internazionalizzazione, formazione e di generare lavoro e buona occupazione. Un Progetto che promuove e auspica il pieno coinvolgimento del tessuto produttivo, la partecipazione delle comunità e la formazione di partenariati pubblico-privati.
Con questo Piano si intende, per la prima volta a livello nazionale, adottare un metodo di piena partecipazione delle Istituzioni e di tutti gli attori della filiera culturale. Realizzare una pianificazione strategica e operativa, prevedendo un monitoraggio costante della stessa e consentendo l’ottimizzazione di risorse e risultati.
«Insieme agli operatori, alle imprese, alle associazioni di categoria, alle Istituzioni e ai cittadini, - continua Loredana Capone - abbiamo avviato un percorso che intendiamo mettere a sistema come metodo di governo. Il nostro essere comunità è la nostra forza. Lo abbiamo fatto anche per il turismo. E proprio dal binomio cultura/turismo passa il futuro delle economie mondiali. Nulla più dell’elemento culturale può determinare, infatti, l’identità di un territorio. E, oggi, i turisti hanno i palati sopraffini e al viaggio del mero divertimento in oasi di bellezza sempre uguale preferiscono il viaggio dell’esperienza che si affida alle emozioni dei luoghi».
La Puglia, partendo da un patrimonio inestimabile di bellezze naturali e antiche vie di storia, cultura e pellegrinaggio, mira a destagionalizzare l’offerta turistica, non puntando solo su un turismo balneare, ma ampliando e sviluppando un’offerta più autentica, esperienziale e di alta qualità. É una regione da vivere 365 giorni all’anno grazie all'inestimabile e unico patrimonio di bellezze.
Questi elementi di rilevante importanza emergeranno nel corso dell’incontro che sarà diviso in due parti. La mattina, a partire dalle 10,30, la giornata sarà aperta dall'Assessore al Turismo della Regione Puglia Loredana Capone e dal Presidente del Teatro Pubblico Pugliese Carmelo Grassi, seguirà una tavola rotonda dal titolo “La pianificazione strategica in campo culturale”, coordinata da Claudio Bocci, direttore di Federculture.
Nel pomeriggio, a partire dalle 14,30, i lavori riprenderanno con l'intervento del Direttore del Dipartimento Turismo della Regione Puglia Aldo Patruno e seguiranno le presentazioni dei temi trattati nel Piano e saranno illustrati i Bandi regionali su attività culturali, spettacolo dal vivo e audiovisivi.
La Regione con questo Piano Strategico punta sulla valorizzazione della cultura per uno sviluppo veramente sostenibile, che vede al centro il benessere per rendere le persone, residenti o turisti che siano, più consapevoli e un pò più felici.


sabato 11 novembre 2017

In libreria il nuovo romanzo di Chiara Franzin "Il terrorismo nella rete".


Chiara Franzin, giovane autrice vicentina laureata in Relazioni Internazionali, dedica il suo saggio narrativo alla filosofia terroristica, tracciandone una mappa geo-antropologica, storica e culturale approfondita e ampia, prendendo in considerazione un fenomeno sempre drammaticamente attuale, sviscerando le origini, i mutamenti, la capacità di diffusione e operatività.
Ci troviamo di fronte a una vera e propria “genealogia del fenomeno”, legata a matrici culturali, religiose, filosofiche, politiche e economiche che affondano le loro radici in contesti caratterizzati da “irrisolti cronici”.
La lettura è gradevole, agevolata da uno stile fluido e diretto, in cui la complessità del fenomeno e degli scenari si amalgama al punto di vista dell’autrice, espresso indirettamente ma in maniera vivida ed efficace attraverso la struttura narrativa elaborata, e dalla insolita originale rete di contenuti che si intrecciano, chiarendo i tanti punti ancora oscuri di questo fenomeno che attraversa drammaticamente la nostra storia.
L’opera è ricca di spunti, riferimenti, ricostruzioni storico/sociali, corredata da una bibliografia ampia e variegata, e utilizza un linguaggio al tempo stesso specialistico, ma chiaro e fruibile.
La mappa concettuale che l’autrice ha strutturato e sviluppato per definire origine, storia, evoluzione e trasformazione del terrorismo e delle sue strategie di comunicazione/azione appare esaustiva e innovativa, in quanto offre ai lettori nuovi importanti strumenti di comprensione e contestualizzazione del fenomeno, superando anche stereotipi, pregiudizi e cliché.
L’abilità narrativa dell’autrice ha consentito di creare un percorso in cui i lettori possano orientarsi agevolmente: dalle origini del fenomeno alla sua trasformazione etimologico/filosofica, dalla diffusione del messaggio originario e della sua prassi alla manipolazione politica e culturale, dalle prime forme di propaganda al modernissimo utilizzo dei media e della rete social…
La narrazione è arricchita da immagini e cartine, tavole illustrate e materiali fotografici.
La motivazione posta alla base di questa operazione editoriale è il messaggio fondamentale che qualunque “libro inchiesta” dovrebbe promuovere e diffondere: conoscere e capire per non aver paura.

Chiara Franzin

martedì 7 novembre 2017

XVIII FESTA DELL'OLIO E DEL VINO NOVELLO


Una festa all’insegna dei sapori, per festeggiare la nuova stagione dell’Olio, che in questo periodo dell’anno esprime con particolare intensità la propria gioventù e freschezza: questo il primo obiettivo della diciottesima edizione della festa storica, in programma nei fine settimana del 10/11/12 e 17/18/19 Novembre, che a Vignanello convocherà da tutta Italia centinaia di appassionati conducendoli in percorsi dedicati non solo alla conoscenza dell’Olio (dalla coltivazione al prodotto finale) ma alla riscoperta della Storia e della Cultura del territorio attraverso la rievocazione di antichi mestieri, cortei in costume e gare musicali, oltre a visite guidate nei luoghi più caratteristici del paese, tra cui il famoso Castello Ruspoli, i ‘"Connutti" della Vignanello sotterranea e la Barocca Chiesa Collegiata.
“Il Borgo torna nel XVI Secolo per celebrare l’Olio e il Vino Novello – afferma Gianluca Ercoli, presidente della Pro loco di Vignanello – ma quest’anno in particolare abbiamo voluto offrire l’esperienza annessa all’Olio Novello che nessun amante dell'olio dovrebbe negare a se stesso. Mentre il vino è un prodotto ottenuto da un procedimento di trasformazione per fermentazione della materia prima d'origine (l'uva), l'olio d'oliva, al contrario, non è altro che il succo d'oliva. Ecco perché, mentre il vino ha bisogno, quale più quale meno, di tempo per trovare un suo accettabile equilibrio e per esprimersi nelle nuove vesti di ciò che l'uva è diventata, per l'olio non è così. L'olio appena franto è al massimo della sua freschezza e della sua fragranza.” "Dall'idea di alcuni di noi e la collaborazione con alcune associazioni – continua Ercoli - è nata la voglia di far rivivere un angolo di storia, grazie ai percorsi informativi, alle rievocazioni e alle ricostruzioni storiche dei mestieri che hanno una rigorosa criticità filologica nei materiali usati, nei prodotti finiti, nelle nozioni storiche. Lo scopo è quello di fungere da macchina del tempo e di far toccare con mano, far provare i mestieri perduti e manualità dimenticate, attraverso anche gli spettacoli e alcuni sport in uso per far rivivere quell’Italia del Rinascimento."
Anche i ristoranti e le cantine del luogo offriranno un ventaglio di menu a tema, all’insegna della migliore tradizione vignanellese, molti dei quali ispirati all’antico ricettario di Nonna Angelina (devenuto un “classico” grazie al saggio di Paolo Andreocci): da segnalare gli gnocchi fatti a mano “co’ a grattacacio”, lo spezzatino con le olive nere del luogo e il “pamparito”, pane locale a forma di maritozzo con un pugno di anice.
Durante tutta la manifestazione, inoltre, i collaboratori della Pro Loco e della Compagnia del Novello appassionati alla storia del paese condurranno i convenuti in speciali tour del gusto, per esplorare da vicino l’affascinante mondo della produzione e trasformazione dell’olio e i segreti del vino novello: tra le tappe toccate il Giardino del Castello Ruspoli, gli uliveti, il Frantoio Cioccolini e la Cantina dei vini casarecci.
Presso la sala consiliare del Comune di Vignanello verrà proposto un percorso guidato per i primi approcci e la conoscenza del vino e dell'olio.
Verrà infine organizzato un raduno dei camper da tutta Italia (quota di € 5,00 a camper con omaggio a tutti i partecipanti) che propone anche un altrettanto variegato programma a scelta, tra cui trekking urbano, cene al Castello e una speciale visita alla Vignanello Sotterranea.

Infoline: 329.7771809 - info@prolocovignanello.org
WWW.PROLOCOVIGNANELLO.ORG