Pubblicità

martedì 12 giugno 2018

“IN VIAGGIO CON GLI ETRUSCHI” TRA MODA, ARTE, ORI E MISTERI



Torna sabato 23 giugno 2018 la quarta edizione del Gran Gala estivo ‘The Day of the Summer Fashion and Art’ della fashion designer Eleonora Altamore. Un format dedicato quest’anno alla civiltà degli Etruschi, per un charity event intenso e suggestivo in favore della Scuola Orafa per Disabili della Fondazione Boccadamo.
È stato definito “il popolo del mistero”, una civiltà che ha saputo donare ai posteri una straordinaria fioritura artistica ed orafa, così come impeccabili tecniche di esecuzione e lavorazione della terrecotta. Ed è proprio agli Etruschi, alla loro luce e ai loro ori, che sarà dedicata l'evento dal titolo ‘In viaggio con gli Etruschi’, che avrà luogo alle ore 19:00 presso Dimora ‘l’Amore è’ a Roma.
Vetrina esclusiva di eccellenze artistiche, il format ideato e prodotto da Eleonora Altamore, che ne cura anche la direzione artistica, è organizzato in collaborazione con Artistica Events.
La serata sarà condotta dalla giornalista de "La Vita In Diretta" Camilla Nata e dal giornalista e scrittore Ruggiero Capone e sosterrà la Scuola Orafa per disabili della Fondazione Boccadamo per diversamente abili, nel più ampio progetto “Il Valore del Gioiello”. Un’opportunità per tanti ragazzi di apprendere un mestiere che, attraverso il lavoro, diventa volano di un rilancio socio-culturale, di accoglienza e di inclusione.
Uno spettacolo che per questa sua quarta edizione vedrà sfilare la collezione ‘Le Donne etrusche e gli Ori’ di Eleonora Altamore. Venti abiti in calde nuance oro e nero che raffigurano l’alta gioielleria etrusca, Bulle e Lunule pendenti, Fibule spesso a forma di sanguisuga, orecchini a bauletto con raffinate lavorazioni in filigrana, e preziosi pettorali, rivivono con lavorazioni artigianali sui tessuti di pelle, sfavillanti lurex, romantici tulle, morbide ciniglie ed austeri velluti.
Una particolare collezione moda cui faranno da richiamo le splendide opere scultoree dell’artista Lorenza Altamore appartenenti al progetto artistico ‘Incontro con gli etruschi’ e introdotte dal critico d’arte Enzo Dall’Ara. Le opere, rievocanti diverse divinità del ‘Pantheon Etrusco’, imprimono al reperto di terracotta la personale visione di questa straordinaria artista che così dà volto ed espressione alla natura divina Etrusca.
Terzo suggestivo momento, come un fil rouge dal passato al presente, in un omaggio alla coppia di sposi etruschi sul sarcofago conservato nel Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, la fashion designer Eleonora Altamore ricreerà come per incanto ‘A tavola con l’opera’. Una mise en place di due tavoli dedicati alle dodici divinità del ‘Pantheon Etrusco’ con preziosi ed esclusivi arredi di terracotta di quel periodo, con un focus sul tavolo dedicato agli sposi etruschi. Ad impreziosire ulteriormente la tavola due girasoli ricoperti d’oro 23 KT commestibili, realizzati dal Maestro Pastaio Valerio Chiesa.
Il momento charity sarà caraterizzato dalla lotteria solidale che metterà in palio alcune preziose creazioni della stilista Altamore e del brand Boccadamo Gioielli, mentre ad accogliere gli ospiti a bordo piscina, sarà l’abito quadro realizzato e dipinto interamente a mano dall’artista Meris Schiavo.
Al termine del fashion Show, introdotta da sfavillanti suggestioni pirotecniche, entrerà la torta monumentale realizzata dalla cake designer Anna Proietti: una dolce opera d’arte a tema il cui top è stato realizzato dall’architetto Andrea Dandolo su idea e disegno di Eleonora Altamore. 
Le acconciature delle modelle saranno curate da Spettinati hair stilyst, mentre il make up dall'Accademia Professionale di Trucco. Le musiche live saranno suonate dalla Tonino Tiberi Band.




Edoardo Vianello festeggia i suoi 80 anni in Piazza del Campidoglio a Roma

Edoardo Vianello



Un timbro vocale ancora da ventenne che, se moltiplicato per quattro, il compleanno che si appresta a compiere, produce la stessa brillantezza: la voce dell’estate, quella di Edoardo Vianello, sarà dunque la protagonista di un importante compleanno, i suoi 80 anni, celebrati proprio il giorno della nascita, il 24 giugno, nella terrazza della sua amata Roma, in piazza del Campidoglio. 
Alle 19:00 di sera, quando il tramonto fa capo sul più autorevole dei sette colli, davanti alla statua di Marc’Aurelio e ad un pubblico multigenerazionale, il cantante, autore e attore sarà il “cicerone” di se stesso in un excursus artistico che ripercorrerà la sua plurisessantennale carriera, divisa tra vinile, cinema e televisione. 
Un concerto-evento aperto liberamente al pubblico e interpretato insieme ad una band di dieci elementi, uno spettacolo in cui l'artista canterà il meglio del suo repertorio, dai “Watussi” e “Abbronzatissima” a “Guarda come dondolo”, “Pinne fucile ed occhiali”, fino a brani scritti per colleghi, come “La partita di pallone” di Rita Pavone, e le più celebri composizioni dei Vianella interpretate negli anni settanta con Wilma Goich. 
Le canzoni di Vianello sono state tradotte in numerose lingue, i musicarelli che ha interpretato hanno segnato l’immaginario collettivo di molti italiani, il suo stile compositivo e vocale ha dato un’impronta sui generis all’estate di ieri ed oggi (alcuni dei suoi brani cult sono stati anche remixati in più occasioni), la sua storia è raccontata in molti libri, ma quello che continua a stupire è proprio l’unicità delle sue corde vocali e l’energia di un giovane ribelle che conserva la propria voglia di comunicare allegria e spensieratezza attraverso la musica.
Assistere ad una sua esibizione dal vivo è la maniera più efficace per vivere quest’esperienza: Roma, in questo, si appresta a fargli (e farci) un grande regalo!
L’evento ha il patrocinio di Roma Capitale.

mercoledì 6 giugno 2018

Palermo rende omaggio a due grandi artisti d'arte contemporanea: Camilla Ancilotto e Andrea Pacanowski



Un'intera giornata quella di mercoledì 13 giugno dedicata all’arte contemporanea nel cuore di Palermo. L’ha ideata Miliza Rodic, curatrice di un prezioso progetto artistico dislocato su due splendide sedi del capoluogo siciliano per rendere omaggio a Camilla Ancilotto e Andrea Pacanowski, protagonisti della scena artistica contemporanea internazionale da diversi anni.
Il programma di mercoledì 13 giugno 2018 prevede alle ore 11:00 l’apertura della prima esposizione presso l’elegante sala SACS di Palazzo Riso in corso Vittorio Emanuele 365 (fino al 13 luglio), sede del Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia. L’apertura è anche l’occasione per presentare gli artisti al pubblico nel corso di un dibattito condotto dalla direttrice del museo, Valeria Li Vigni. Gli artisti illustreranno il loro lavoro.
Nel tardo pomeriggio, alle ore 18:00, gli artisti e la curatrice si sposteranno a Villa Malfitano, sede della Fondazione Whitaker, in via Dante 167 per l’apertura dell’esposizione "Senso" che ha dato il nome al progetto e sarà aperta al pubblico fino al 31 luglio. 
L’esclusivo e vasto ambiente sotterraneo archivoltato della neoclassica Villa Malfitano è stato appositamente scelto per invitare lo spettatore a calarsi in un’atmosfera più raccolta e intrigante, dark e underground; l’esposizione si articola in un percorso dell’ampia galleria ponendo in silente conversazione le opere dei due artisti legate dal sottile fil-rouge dell’eterno femminino nelle sue declinazioni erotiche e identitarie. 
“Le pitto-sculture interattive della Ancilotto” – spiega la curatrice – “fanno da contrappunto alle immagini fotografiche di Pacanowski in una installazione pensata per offrire allo spettatore, coinvolto in un rimando di sensibili corrispondenze, un percorso visivo-tattile connotato da suggestioni oniriche, sovrapposizioni, riflessi e ibridazioni: figure muliebri assumono sembianze animalesche, talora floreali e l’apparente non-sense dei lavori ritrova la sua ragion d’essere nella profonda sensualità sollecitata dalle opere stesse; il corpo diviene qui luogo metaforico della conoscenza, di sé e dell’altro da sé, esperita attraverso i sensi“. 
L’esposizione si sviluppa sul doppio binario dell’interazione e della contemplazione: il codice mobile del lavoro della Ancilotto, che dà forma a figurazioni plurime e proteiformi, trova un suo suggestivo completamento nelle pure e “sincretiche” fotografie di Pacanowski; figure in potenza offerte alla manipolazione del fruitore, quelle della Ancilotto, e immagini già determinate dal processo creativo anteriore e giammai posteriore quelle di Pacanowski che le presenta allo “spectator” come sue intime, sedimentate rivelazioni psico-oniriche. Le forme si aprono, i contorni si dissolvono: il leitmotiv del corpo femminile, usato, abusato, sognato, goduto, si affianca al tema di una ricerca identitaria che si scopre ancora in fieri: fisicità mutanti, corpi sovrapposti, fisionomie liquide, volti doppi raccontano una indeterminatezza che è specchio di una delicata, talvolta drammatica, condizione sociale in trasformazione. 
Dalla luce degli sfavillanti sfondi argentati e dorati da cui emergono corpi nudi immobilizzati nella legatura del Kinbaku, sacre icone contemporanee pervase da un raffinato misticismo erotico, e con la luce della scrittura luminosa del medium fotografico, che restituisce visioni materico-cromatiche con sorprendenti esiti pittorici, quasi impressionisti, le figure si liberano, rinascono, traggono forza della loro essenza metamorfica.
“Entrambi gli artisti” – prosegue Mlizia Rodic – “parlano un linguaggio “tra le arti” e abitano con naturalezza gli spazi liminali tra sogno, fantasia e realtà: le iconografie risultanti da tale processo (felice compendio di pittura, scultura e fotografia) sono epifanie spiazzanti, destabilizzanti, mai certe, rappresentazioni di un mondo in cui il common sense si sublima in meraviglia. Rivelato in composizioni dall’armonia perfetta, esiti lenti di tecniche estetiche e mentali che presuppongono una rigorosa progettualità ed una puntigliosa esecuzione, l’universo femminile in mostra palesa un’interiorità segreta, impenetrabile, non rivelata: “muse inquietanti” e inquiete, immortalate nella loro solitudine elitaria, in una sorta di sospensione metafisica. L’intera installazione è concepita come un “invitation au voyage” che prende l’avvio da un ‘animalesco’ quanto sensuale abbandono estatico (“Ékstasis”) e termina con un’opera che di per sé è un nuovo, conturbante inizio (“Quando apri gli occhi”). E nel gioco di sguardi è il senso ritrovato”.
Il percorso ideato da Miliza Rodic è anche un’importante opportunità per visitare due preziosi palazzi incastonati nel cuore della città: il settecentesco Palazzo Riso, dove sono ospitate le collezioni del Museo, noto anche come RISO e Villa Malfitano, opera dell’architetto Ignazio Greco, dove è custodita la ricca collezione Whitaker.
Le esposizioni saranno aperte al pubblico a Villa Malfitano dal lunedi al sabato dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle 16:30 alle 19:00; a Palazzo Riso il martedi e mercoledi dalle ore 10:00 alle ore 19:30, giovedi e domenica dalle 10:00 alle 23:30, escluso il lunedì.





lunedì 4 giugno 2018

Ritorna Gigi Proietti con i suoi “Cavalli di Battaglia"

Gigi Proietti


A grande richiesta, dopo tutti i sold out delle precedenti date, ritorna Gigi Proietti con i suoi “Cavalli di Battaglia", mercoledi 20 giugno nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.
Gigi Proietti in scena con "Cavalli di Battaglia", propone un excursus del proprio repertorio: popolare, drammaturgico, canoro, mimico, poetico, parodistico, comico, umano, multiculturale.
Una contaminazione di generi che caratterizzano i suoi spettacoli e che sono gli ingredienti del suo grande successo. Un'occasione unica, dunque, per rivedere in scena l’artista poliedrico.
Sarà accompagnato da un’orchestra di 25 elementi diretti dal M° Mario Vicari, da un corpo di ballo, e da Marco Simeoli e Claudio Pallottini, attori del suo Laboratorio che da diversi anni partecipano ai suoi spettacoli. Ci saranno anche Susanna e Carlotta, le due figlie dell'artista, che sorprenderanno il pubblico con le loro qualità vocali e con la loro vis comica.

martedì 29 maggio 2018

ECCELLENZE ITALIANE E CHARITY GALA PER LA RACCOLTA FONDI A FAVORE DELL’ASSOCIAZIONE AGOP ONLUS

Alice Sabatini


Eccellenze italiane e beneficienza, all’unisono per lo Charity Gala, organizzato dalla Baronessa Loredana Dell’Anno, con l’Alto Patrocinio conferito dall’Ordine Cavalleresco dei SS. Contardo e Giuliano l’Ospitaliere, dall’Accademia Estense, dalla Serenissima Ducale Casa d’Este Orioles, dall’Associazione Cavalieri di San Silvestro e dal Sindaco e l’Amministrazione del Comune di Latera (VT), finalizzato alla raccolta fondi a favore dell’A.G.O.P. Onlus, Associazione Genitori Oncologia Pediatrica del Policlinico Gemelli di Roma, rappresentata dalla sua Presidente, dr.ssa Belinda Mauri, che non beneficia di contributi pubblici, ma di donazioni private per la loro attività di sostegno e di ricerca.
La serata è iniziata con la messa in onda di un video del Premio Impresa Italia dedicato ad alcuni luoghi suggestivi italiani ed ai tanti personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e della moda, che hanno fatto grande l’Italia nel mondo, come sottofondo musicale la possente voce di Luciano Pavarotti sulle note di “Vincerò” dalla Turandot di Puccini. 
A seguire un momento moda con la presentazione di una capsule di abiti di Haute Couture LD LUXURY disegnati dalla Baronessa Loredana Dell’Anno, la nuova collezione intitolata "Lightness", ispirata alla leggerezza dei tessuti e dei colori. Tagli e ricami che proiettano a qualcosa di etereo. Piume, chiffon, pizzi e ricami si fondono per dar vita ad abiti che sono un inno alla leggerezza dell’anima di una donna. Ma gli abiti sono anche dedicati a donne curvy, e a testimonianza di ciò la contessa Emilia Paglicci Reattelli, ambasciatrice del “curvy”, ha indossato una sua splendida creazione di LD Luxury, in georgette di seta, rosso fuoco.
Per lo spettacolo le esibizioni della cantante CLIO’, che ha interpretato il suo ultimo brano “Amami”, che sta avendo molto successo, in onda su radio italiane ed estere, per il quale ha girato l’omonimo videoclip girato e diretto dal regista Giuseppe Racioppi, ricco di condivisioni su youtube; e del giovanissimo tenore Manuel Gregori, conosciuto in Italia e all’estero, si è esibito in numerosi teatri dove ha riscosso molto successo per la sua bravura, considerata la sua giovanissima età, che ha interpretato il cavallo di battaglia di Claudio Villa “Granada”.
Durante lo Charity Gala si è svolta la 1^ Edizione di “Impresa Italia – Premio alle eccellenze italiane”, dove una qualificata giuria presieduta dalla Baronessa Loredana Dell’Anno ha premiato le eccellenze italiane che si sono distinte per meriti in Italia e all’estero con la consegna della Stele delle Eccellenze, tra cui: Alice Sabatini, ex Miss Italia 2015 ed ora affermata attrice teatrale, da ottobre partirà il suo tour teatrale, presentato da alcuni giorni al Teatro Porta Portese di Roma; Officine Marchetti Srl, azienda di macchinari per il taglio del marmo e granito, presente in 75 Paesi nel mondo, leader mondiale nel settore; Otofarma SPA di Napoli, soluzioni per l’udito, importante azienda impegnata anche nella realtà sociale, il premio è stato consegnato da Mons, Domenico Casolini di Sersale; Valentina Voto, ha realizzato a Roma una clinica di bellezza “Cosmetologia Clinica”, dove viene adoperato il cosmaceutico, un farmaco “vestito” da cosmetico, adoperando un metodo tra scienza cosmetologiche e mediche. E’ stata premiata dalla dr.ssa Anadela Serra Visconti di Modrone, medico estetico, presenza fissa in varie trasmissioni televisive che riguardano la bellezza e la rimessa in forma; Marco Fava, oltre che un noto hairstylist, ha ideato una cura per la rigenerazione e la salute dei capelli attraverso le cellule staminali; Il N.H. Prof. Dott. Barone Cavaliere di Gran Croce al merito Umanitario Renzo Tonello, critico d’arte, premiato per la sua attività a favore dell’arte in Italia ed all’estero; Manuel Gregori, giovanissimo tenore di 15 anni, una futura eccellenza italiana, al sua attivo tante partecipazioni ed eventi in Italia e all’estero, recentemente ha cantato, rappresentando l’Italia, al Teatro Real di Madrid; Mr.Green, Angelo Luca Terracina, famoso flower e garden designer, eccellenza italiana nella floricultura; Albani e Ruggeri, nota azienda florovivaistica, che esporta in tutto il mondo le talee.
Mentre ad illustri esponenti del mondo della scienza, cultura, moda e cinema, S.A.S. Antonino V d’Este Orioles ha conferito i titoli di “Accademici di Merito” dell’Accademia Estense per meriti professionali, sociali e culturali raggiunti, alla Dr.ssa Roberta Bruzzone, psicologa forense e criminologa, Vice Presidente dell’Associazione “Caramella buona Onlus”, che si occupa di pedocriminalità e pedolifilia; al Col. Carlo Calcagni affetto dal 1996 dalla malattia “Sindrome dei Balcani”, che nonostante le difficoltà per la sua salute, continua l’impegno verso lo Stato; ha ricevuto a Palermo il Premio dedicato a Don Pino Puglisi, il suo motto “il mio donarmi agli altri senza chiedere nulla agli altri”. Tre volte Medaglia D’oro alla Coppa del Mondo dei Giochi Paraolimpici per il ciclismo. Ha realizzato, insieme a Michelangelo Gratton, un docu-film sulla sua vita dal titolo “Io sono il Colonnello”; allo Chef Rubio, cuoco ed esperto gastronomico a livello internazionale, assente perché impegnato in altra manifestazione a favore dei ROM, ha inviato un video messaggio di saluto e di ringraziamento per il titolo ricevuto.
I Titoli sono stati conferiti anche al dr. Giovanni Malagò, Presidente del CONI, alla dr.ssa Fabiola Giannotti, direttore del CERN di Ginevra, ad Anna Fendi, imprenditrice della Maison Fendi, all’attrice Maria Grazia Cucinotta, all’etoile Roberto Bolle, assenti giustificati per altri impegni, ed ai quali verranno consegnati successivamente.
La Benemerenza all’Ordine dei SS. Contardo e Giuliano l’Ospitaliere è stata conferita alla dr.ssa Bianca Maria Caringi Lucibelli, ideatrice del famoso Gala delle Margherite a sfondo benefico; alla Sig.ra Valeria Procaccini, che si occupa da molti anni al sostegno delle classi sociale menon abienti; al dr. Massimo Marino, per l’impegno quotidiano profuso per la gente e per la lotta al cyber bullismo e contro la violenza alle donne; ad Alfonso Stagno, regista di tanti eventi di spettacolo, trasmessi su reti tv nazionali, tra cui il Premio Lucio Battisti; ad Antonio Mazza, per la sua azienda innovativa di arti grafiche; al dr. Francesco De Cunto, medico odontoiatra, che cura a Roma anche persone meno abbienti; a Ilian Rachov, artista e pittore, creativo di Versace, per la sua attività artistica.
La serata è stata condotta impeccabilmente da Alfredo Mariani e Barbara Castellani, con la direzione del regista Alfonso Stagno.
Un grande contributo all’A.G.O.P. è giunto dalla A.S. Roma, tramite la Fondazione Roma Cares Onlus, che ha offerto tre maglie della squadra calcistica della Roma, autografate dal capitano Daniele De Rossi, e dai giocatori El Shaarawy e Naiggolan, che sono state messe all’asta sul Gruppo Curva Sud di Facebook, per raccogliere fondi a favore dell’Associazione e che durante la serata sono state consegnate ad onore ai nuovi legittimi proprietari e benefattori.
L’artista e pittore bulgaro Ilian Rachov ha contribuito alla raccolta fondi a favore dell’A.G.O.P. mettendo all’asta durante la serata alcune sue opere pittoriche, unitamente alla pittrice ceramista Aida Abdullaeva, che ha donato una sua opera pittorica a favore dell’Associazione. 
Al termine, un gustoso dinner placè, prettamente italiano con bigoli ai carciofi, un delizioso arrosto con una caponatina siciliana, ed una maxi torta tutta panna finale per le foto di rito, ha allietato gli ospiti per onorare l’eccellenze gastronomiche italiane appositamente preparate dagli chef dell’Art Green Hotel Pamphili.
Per tutti appuntamento al prossimo anno per la 2^ edizione del Premio Impresa Italia, che già si è preannunciata ricca di contenuti e di premiati. L’Italia è grande e le sue eccellenze infinite.

Alice Sabatini e Cliò

Roberta Bruzzone e la Contessa Paglicci Reatteli

Roberta Bruzzone

lunedì 28 maggio 2018

Il Salotto d’Autore di Sara Iannone ha presentato “Musa” all’Hotel Palace

Camilla Nata, Pier Paolo Segneri, Adele Mazzotta


Venerdì 25 maggio 2018, a partire dalle ore 19:00, all’Hotel Palace di via Veneto a Roma, "Il Salotto d’Autore di Sara Iannone" ha presentato Musa, il primo quaderno che raccoglie poesie di autori non professionisti. Sedici componimenti inediti, intensi ed emozionanti che esprimono pensieri e sentimenti a volte intimi, a volte universali.
Il Quaderno, ideato e voluto dall’associazione culturale L’Alba del Terzo Millennio, è editato da Quaderni Edizioni di Bertoni editore con l’introduzione di Corrado Calabrò e la prefazione di Sara Iannone.
La presentazione, organizzata con un evento in grande stile, come soltanto l’ambito Salotto d’Autore sa organizzare, si è aperta con un aperitivo a braccio per tutti gli ospiti. E poi i versi, declamati dagli autori tra i meravigliosi affreschi del pittore veneziano Guido Cadorin; un’opera degli anni venti che racconta momenti di una festa tra celebrità dell’epoca che si svolse proprio nei saloni del Palace.
Prima della prelibata cena a buffet, una sfilata straordinaria ha fatto brillare gli occhi di tutti i presenti: meravigliose fanciulle Floriana Rignanese, Rossella Ambrosini, Marika D’Angelo e Francesca Ingrosso hanno sfilato le creazioni floreali di Mauro Fiordiluna, Elisa di Caprio, Claudia Pacifico, Elena Saracino e Patrizia Ferrante. Abiti fantastici e unici nel vero senso della parola, che possono essere indossati una sola volta perché sono realizzati esclusivamente con fiori freschi.
E poiché negli eventi di Sara Iannone l’arte e la cultura sono celebrate in tutte le loro declinazioni, non è mancata neanche una splendida performance musicale grazie all’esibizione della soprano Sara Pastore.
Gli autori delle poesie sono stati: Angelo Blasetti, Fabia Baldi, Maria Pompea Carrabba, Carmela Costanzo, Giulietta Facco de Lagarda, Emilia Genovese, Ella Clafiria Grimaldi, Giuliana Guidotti, Roselyne Mirialachi, Camilla Nata, Laura Nuccetelli, Sara Pastore, Laura Pingiori, Marianna Petronzi, Enrica Salera e Gabriella Torod Salerno.
Erano presenti: Luigi Tivelli, Fulvio Rocco, Raffaella Serrapiglia, Patrizia Caimmi, Diana Torrice, Alessandro Scacchi, Alessandro D’Orazio, Pier Paolo Segneri, Rosa Altavilla, Adele Mazzotta, Egle Guerriero, Carla Ficoroni, Rosetta Attento, Valeria Consoli, Ester Brunori, Sergio Tirletti, Maria Rosaria Costanzo, Patrizia Venturi, Anna Maria e Pasquale Di Perna, Maria Teresa Guidetti e molti altri…

Corrado Calabrò, Sara Iannone, Luigi Tivelli

Gli abiti di fiori

Sara Iannone con stilisti e modelle

venerdì 25 maggio 2018

L’Accademia Koefia sfila all’Ippodromo delle Capannelle





In occasione del 135^ Derby Italiano di Galoppo Sisal Matchpoint che si è svolto domenica 20 maggio all’Ippodromo della Capannelle a Roma, gli studenti dell’Accademia Koefia hanno presentato la loro collezione d’alta moda “La Strada – A Denim Story”. 
Un'evento di spettacolo del mondo dell’ippica, un appuntamento che unisce sport e moda, un perfetto e storico connubio di stile e di eleganza.
Hanno sfilato i cavalli delle più importati scuderie alternandosi agli abiti degli stilisti emergenti dell’Accademia di Moda Koefia, creando insieme un unico e speciale spettacolo, in un connubio di antica tradizione. 
Una giornata calda e soleggiata, dopo una settimana di pioggia incessante, ha regalato una favolosa cornice a tutti gli ospiti intervenuti che hanno potuto pranzare nella bellissima terrazza dell’Ippodromo e ammirare le corse dei cavalli e le sfilate dell’Accademia Koefia. 
Il tutto all’insegna dell’eleganza, un dress code impeccabile per i presenti, un outfit glamour con l’immancabile capello, copricapo o un fascinator per rispettare le regole della tradizione ippica.

Foto di Maurizio Romani




Gisella Peana





Cristina Mechilli e amica

Sfilata degli allievi dell'Accademia Koefia




Accademia Koefia


Accademia Koefia

Accademia Koefia














Gisella Peana





Sfilata degli allievi dell'Accademia KoefiaSfilata degli allievi dell'Accademia KoefiaSfilata degli allievi dell'Accademia Koefia