Pubblicità

lunedì 26 marzo 2018

ROME BRIDAL WEEK 2018 ALLA FIERA DI ROMA


Sfilate, allestimenti, accessori. Il mondo del wedding resiste alle crisi e si adatta, seppur mantenendo salde le sue tradizioni, ai tempi che cambiano, alle mode e alle tendenze che si alternano, proponendo ogni stagione, grandi ritorni e novità.
In questo vastissimo mercato, c’è chi, ancor prima di presentare le collezioni moda durante le sfilate ufficiali e sui giornali patinati, decide di proporre le nuove idee e testare le reazioni degli addetti ai lavori, esponendosi in anteprima a un pubblico selezionato comprendente i soli buyer, gli addetti stampa e gli esercenti.
Questo lo scopo di Rome Bridal Week 2018 (RBW2018), la fiera a cui partecipano oltre settanta espositori provenienti da tutto il mondo, con più di duecentocinquanta collezioni per il 2019, pronti per invadere il mercato con le loro creazioni.
Rome Bridal Week 2018 ha aperto i battenti sabato 24 marzo 2018 per tre intere giornate fino a lunedì 26 presso il padiglione n.7 della Nuova Fiera di Roma in via Portuense 1645/47, con orario di apertura il sabato e la domenica dalle ore 9:30 alle ore 18:00, mentre il lunedì dalle ore 9:30 alle ore 17:00.
“Un’esposizione a porte chiuse, dal produttore al venditore” - spiegano i patron di RBW2018 Fabio Ridolfi e Andrew Lookman – “E’ aperta ai soli operatori del settore, la sesta edizione di RBW2018 che permette di vedere in anticipo le nuove collezioni del 2019. Ma non tutto quello che è esposto sarà, di fatto, messo in commercio, per via del vaglio dei tantissimi compratori internazionali che ogni anno si accreditano. Questa manifestazione è, senza alcun dubbio, il miglior centro di acquisto del sud Europa; un mix di aziende, design e collezioni di alta gamma provenienti da ogni parte del mondo, rivolto a compratori italiani e stranieri”.
Negli oltre ottomila metri quadri allestiti presso la Fiera di Roma, maison di moda, stilisti e produttori hanno la possibilità di creare la loro vetrina per accogliere buyer provenienti da oltre 40 Paesi del mondo. Si tratta, soprattutto, di compratori e addetti stampa che arrivano da Germania, Austria, Svizzera, Francia, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Regno Unito, Italia, Grecia, Polonia, Federazione Russa, Bielorussia, Repubblica Ceca, Estonia, Croazia, Lituania, Romania, Serbia, Ucraina, Brasile, Dubai, Giordania e Arabia Saudita.
La RBW2018 rientra in un progetto internazionale di Fiere per la sposa e cerimonia per i rivenditori: il gruppo de "La Sposa Couture", infatti, è ideatore anche della "European Bridal Week", che porterà in passerella ad Essen in Germania, dal 14 al 16 Aprile 2018, collezioni adatte al pubblico del nord Europa, con un occhio attento alle tendenze specifiche dei compratori nordeuropei
“Il nostro team” – chiosano Ridolfi e Lookman, che sono anche gli ideatori della Rome Fashion Week, la fiera degli abiti da cerimonia in scena a Giugno 2018 – “è in costante contatto con titolari di esercizi commerciali al fine di creare un rapporto di fiducia e sinergia. Grazie al nostro sito web, al servizio newsletter e al nostro magazine Bridal Biz Italy, scritto sia in italiano che in inglese, riusciamo a raggiungere oltre 3.500 negozi in Europa ed avere un polso attendibile di quello che, di volta in volta, richiede il mercato”.
La tre giorni di RBW2018 è scandita da un fitto programma di appuntamenti pubblicato sul sito www.romebridalweek.it e aggiornato sulle pagine social dedicate: ogni giorno si alternano decine di sfilate e presentazioni statiche con la migliore selezione di collezioni da sposa e sposo, di designer e marchi premium.





giovedì 22 marzo 2018

Le socie “Young” della sezione FIDAPA Roma protagoniste in passerella


“La sorellanza ha un valore inestimabile se lo si coltiva e lo si persegue con fermezza”. La Presidente sezione Roma FIDAPA BPW Italy, Bettina Giordani, accoglie così le oltre 100 persone presenti alla serata di gala organizzata presso l’hotel Excelsior di via Veneto a Roma, denominata Cerimonia delle Candele (Candle Night).
Si respira un pò di quell’aria di Dolce Vita, nel ripetere una cerimonia che si rinnova ogni anno da oltre 85 anni. È l’occasione per accogliere le nuove socie e rinnovare lo spirito di appartenenza alla Federazione internazionale Business Professional Women, presente in oltre 150 Paesi nel mondo con oltre 23.000 socie.
Le socie che si accingono ad entrare a far parte di questa grande rete di donne, sono imprenditrici, professioniste, artiste, giovani e meno giovani, pronte a mettere a disposizione il loro talento e competenza, per lo sviluppo di altre donne che ogni giorno sono impegnate a raggiungere autonomia economica, indipendenza, libertà e diritto a pari opportunità in tutti i campi sociali e politici.
In una società sempre più concentrata sull’individualismo, questa associazione sembra essere in contro tendenza. I sorrisi, le chiacchiere intense, sono la cornice ad una serata che vuole valorizzare i talenti delle socie e delle amiche che fanno parte del loro network. Costruiscono un sistema di sostegno reciproco con la capacità di rinforzarsi vicendevolmente.
Un esempio palese è l’organizzazione della sfilata di alta moda a cura della socia Grazia Marino, ceo di “Spazio Margutta” un concept innovativo a sostegno della creatività e della valorizzazione delle tradizioni artigianali e del made in Italy. Un appuntamento esclusivo che ha visto protagoniste le socie “Young” della sezione Roma, che nel corso della serata sono diventate “modelle per una sera” indossando le creazioni sartoriali delle maison: Aline Oliveira, Asia Neri by Irene Mattei e i gioielli della jewelry designer Gaia Caramazza.
La sezione Roma della FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) con le sue 90 socie è una delle 302 sezioni distribuite su tutto il territorio nazionale e raggruppate in 7 distretti. L’associazione nazionale è composta in Italia da circa 12.000 socie e appartiene alla Federazione Internazionale IFBPW (International Federation of Business and Professional Women). Ai sensi dell’art. 3 del proprio statuto, la FIDAPA BPW Italy è un movimento di opinione indipendente, Non ha scopi di lucro e persegue i suoi obiettivi senza distinzione di etnia, lingua e religione. La Federazione ha lo scopo di promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle arti, delle professioni e degli affari, autonomamente o in collaborazione con altri enti, associazioni e altri soggetti.

Foto by Ermes Contrasti – Brunella Iorio – Spazio Margutta



Loredana Fiorini




mercoledì 21 marzo 2018

Il nuovo romanzo di Cristiano Morelli "Il mistero del Cronovisore"


Presentato con successo il 17 marzo 2018, il romanzo “Il mistero del Cronovisore” di Cristiano Morelli in formato ebook, presso la redazione del sito di informazione RomaOggi.eu a Ponte Milvio a Roma. A presentare il libro il giornalista Ruggiero Capone con le letture dalla psicologa e doppiatrice Daniela D'Urso.
Cristiano Morelli, giovane redattore di RomaOggi.eu, laureato in scienze archivistiche e librarie, secondo classificato per due anni consecutivi del prestigioso premio di narrativa “Storie inaspettate” della Federazione Italiana Tempo Libero (Fitel), con due racconti sul tema del lavoro, finalmente pubblica il primo romanzo in formato ebook.
"Credo che la storia del Cronovisore sia poco conosciuta – spiega Cristiano Morelli - , ed in pochi conoscono la leggenda che c'è intorno a questa macchina mitologica. Il cronovisore (o cronoscopio) è un ipotetico dispositivo in grado di captare e riprodurre immagini e suoni provenienti dal passato. Ho scritto qualcosa di nuovo che unisse la storia di questa macchina con il mistero della scomparsa dello scienziato Ettore Majorana, sparito senza spiegazioni nel 1938. il tutto intrecciato alla storia di Lucio Mariani, personaggio di fantasia da me creato, per risolvere in chiave fantastica uno dei tanti misteri italiani irrisolti."
Grazie al premio Storie Inaspettate della Fitel, Cristiano Morelli ha intrapreso il percorso della scrittura creativa che lo ha portato a scrivere questo primo ebook. La visibilità ed i riconoscimenti ricevuti fino ad oggi gli hanno dato la spinta per intraprendere questa nuova strada.
La storia narra del capitano dei carabinieri, Lucio Mariani, che improvvisamente si ritrova coinvolto in una storia antica, intrisa di mistero ed intrighi che lo metterà a dura prova non solo per risolvere il mistero della morte dello zio, ma anche di fronte alle sue paure personali ed a vecchi ricordi che ormai aveva messo da parte e che non pensava riaffiorassero più. Quello del capitano Mariani sarà un percorso arduo, pieno di trappole ingannevoli e persone doppiogiochiste, che non faranno altro che pensare a salvare la propria pelle. Solo grazie al suo intuito, ed alle sue capacità intellettive, il capitano riuscirà ad affrontare tutto con estrema lucidità come l'arma gli ha insegnato.


La giornalista Antonietta Di Vizia e il giornalista Ruggiero Capone

L'artista della bellezza Diego Giardino ha presentato alla Galleria Area Contesa a Roma l'Officina dell’Eleganza


Diego Giardino, visagista professionista sopranominato l’artista della bellezza, rivolge la sua maestria alle donne che hanno il desiderio di ottimizzare al massimo la loro immagine. La bellezza di una Donna è raffigurata da dettagli e svariate peculiarità proprio come un’opera d’arte, ecco perché l’artista della bellezza, Diego Giardino ha scelto "Area Contesa" per presentare il suo progetto dedicato soprattutto alle donne ma non sono da escludere gli uomini attenti al loro aspetto e desiderosi di ottimizzare la loro eleganza.
Diego Giardino è noto per la manualità che lo contraddistingue e che lo ha rinominato come uno dei massimi esperti di tecniche naturali per il ringiovanimento del viso. Ma Diego Giardino vuole andare oltre e ha pensato di realizzare una vera e propria Accademia, un’officina dedicata alla bellezza, un vero e proprio atelier su misura dove egli sarà coadiuvato da un team di esperti del settore moda e bellezza con lo scopo di fornire alla sua clientela un’immagine perfetta grazie ai servizi studiati “su misura”.
L’officina dell’eleganza, progetto ideato da Diego Giardino, è stato presentato dalla giornalista Camilla Nata presso la Galleria Area Contesa, in via Margutta, 90 a Roma. 
L’officina dell’eleganza è un’idea ambiziosa, la prima in Italia, nasce da uno studio basato sul cambiamento generazionale sia delle donne che degli uomini, un cambiamento che mette in evidenza la fragilità dove spesso l’assenza di riferimenti hanno provocato grandi danni. L’officina dell’eleganza è soprattutto un punto di richiamo per apprendere la cultura del benessere interiore che si riflette sul benessere esteriore. Una bellezza che proviene da una maggiore consapevolezza di se stessi e che risulta prodotta da varie tonalità e sfumature iniziando dall’armonia dei movimenti e dal portamento.
Sono intervenuti nella presentazione del progetto insieme all’ideatore Diego Giardino, alla relatrice Camilla Nata, il premio Nobel per la poesia e la letteratura Prof. Corrado Calabrò, la prof.ssa Fabia Baldi, la costumista e scenografa Liliana Sotira, la hair stylist Maria Teresa Sansalone, la wedding designer Barbara Vissani e l’ufficio stampa moda Maria Christina Rigano.
Molti i presenti all’evento, professionisti del settore fashion & beauty e amici di Diego Giardino come Diamond gioielleria rappresentata da Valentina Scatamacchio, il presidente di Mediocredito, dott. Giuseppe Scarano, il make-up artist Antonio Quattromani, la giornalista Maria Teresa Fabris di Costume e Società (RAI 2), l’attrice di teatro Paola Quattrini, la soprano Rossana Potenza, l’avvocato Antonella Succi, la pittrice Silvia Iorio, la direttrice dell’Academy make-up professional Paola Martinelli e molti altri personaggi dello spettacolo e della stampa Italiana. 
L’officina dell’leganza inoltre, fornirà anche alta formazione per arte e bellezza a Roma. Uno spazio sarà dedicato per preparare profili professionali completi e competitivi dotati di competenze necessarie per intraprendere un percorso nel mondo della moda, dell’arte e della bellezza e per rispondere opportunamente alle esigenze specifiche del mercato del lavoro in questo settore.

Domenico De Santis e Maria Christina Rigano



lunedì 12 marzo 2018

Primo ciak per “The Dog Chrismas”, il film comedy family con Brian Mc Guire, John Savage, James Duval, Chris Coppola, Blanca Blanco e Bret Roberts.

S.E. Cristiano Gallo, Enrico Pinocci e Bret Roberts sul set di "The dog Christmas"


Sono appena iniziate a Montecarlo le riprese di “The Christmas Dog”, film di genere comedy family di Natale, prodotto dalla Movie On Pictures Ltd di Enrico Pinocci reduce dall’assegnazione del TMT Entertainment Award come “miglior società di produzione e distribuzione cinematografica per il 2017 nel regno unito”, per aver raggiunto una importante crescita sviluppando il proprio business in ambito internazionale. Il gruppo, si legge nell’house organ del Premio, dal 2015 ha lanciato i suoi progetti di produzione realizzando commedie per famiglie con star di Hollywood e, grazie al legame con gli Stati Uniti che vantano un vasto mercato cinematografico, è in grado di supportare una vasta gamma di clienti nel mondo. “Dopo aver studiato per anni il mercato internazionale, ho focalizzato principalmente la mia attività sulla produzione di film di genere (4 in 30 mesi) – commenta Pinocci – “ricevere un riconoscimento così importante mi rede molto felice e mi incoraggia a procedere nella direzione del processo di sviluppo e degli obbiettivi che mi sono posto, la realizzazione di 6 film l’anno a partire dal 2019” - esprime soddisfatto il produttore romano. 
L’ultimo lungometraggio, "The Cristmas Dog", ambientato nelle più suggestive location della Costa Azzurra (Montecarlo, Menton, Roquebrune e Cap Martin), è scritto da Enrico Pinocci con la collaborazione di Francesco Malavenda e diretto da Bret Roberts. Ha uno straordinario cast internazionale: Brian Mc Guire, John Savage, James Duval, Chris Coppola, Blanca Blanco, Bret Roberts.
Protagonista del film è un simpaticissimo ShihTzu, di nome Alex, che arriva alla vigilia delle feste di Natale in una famiglia benestante come regalo dal papà alla moglie ed ai tre figli. Ma la sorpresa non è gradita dal coniuge che detesta i cani. Comincia così una difficile convivenza tra la donna ed Alex, finchè un giorno…
La produzione, al primo ciak ha ricevuto la visita dell’Ambasciatore di Montecarlo, S.E. Cristiano Gallo, che si è voluto personalmente complimentare per l’intensa attività cinematografica sul territorio.
L’uscita ufficiale della pellicola, che sarà distribuita in 40 Paesi, è prevista con un’anticipazione al festival di Cannes (maggio 2018), e l’anteprima internazionale all’American Film Market (novembre 2018). 
I prossimi film, attualmente in pre-produzione, sono “Daddy don’t Marry Again”, comedy family romance e “Teen Star Academy 2”, family musical che si gireranno tra Costa Azzurra e l’Italia, “Jonny Zumba”, comedy romance che si girerà a Los Angeles e “2 Hearts and 3 Puppies at Christmas ” che si girerà in Costa Azzurra.


S.E. Cristiano Gallo con Enrico Pinocci


Enrico Pinocci con S.E. Cristiano Gallo e signora

domenica 11 marzo 2018

Il vip party della Capitale al Pier-Eur



Veronica Lepidini, Presidente dell’Associazione Giovani Medici di Roma, ha festeggiato il suo quarantesimo compleanno con un vip party il 9 marzo 2018 al Pier, noto locale dell'Eur a Roma, una festa all’insegna del divertimento, del cibo di qualità e dell’impegno politico.
Bella e solare Veronica Lepidini, medico impegnato in prima linea in una famosa clinica romana e personaggio molto conosciuto nella capitale, ha festeggiato con mega party con spettacolo e musica dal vivo, una vera occasione di incontro per la Roma bene. 
“Avevo voglia di fare una bella festa - racconta Veronica Lepidini - con tanti ospiti e un insolito spettacolo, si sa i 40 anni sono un traguardo importane, un momento di riflessione e di bilanci prima di entrare in una nuova fase della vita, ma anche una occasione per festeggiare i risultati delle politiche che mi hanno vista molto attiva sul territorio. Sono felice di condividere questo bel momento con chi mi ha sostenuto, apprezzato ed aiutato fino ad ora”.
In realtà quello del 9 marzo è stato un doppio compleanno, una serata piena di brio, a festeggiare insieme a Veronica Lepidini, un altro pesci, nato lo stesso giorno Pier Antonio Paparello, il direttore del Pier, che ha brindato ai suoi 58 anni. 
Una serata di classe, davvero un bel evento pieno di ospiti eleganti tutti in tema, con un ampia carrellata di artisti, per una serata dedicata allo swing, introdotta dall’attrice e conduttrice Maria Tona e aperta dal pianista Diego Mezzasalma che ha accompagnato il cantante Carlo con cover di Frank Sinatra, si è poi esibito Vincent Califfo con cover di Califano, ha poi fatto ballare e cantare gli oltre cento ospiti, Roberto De Palma che ha anche chiuso emozionando i presenti con canzoni famose accompagnato dalla sua chitarra e Dj set.
Davvero notevole il menu, in apertura enormi vassoi di ostriche della Normandia, a seguire un buffet di vere eccellenze enogastronomiche nazionali. 
Una festa davvero riuscita, che ha visto protagonista assoluta per charme ed eleganza, l’incantevole Veronica Lepidini, una donna determinata e consapevole dell’importanza dell’impegno professionale, sociale e politico in un momento di grandi incertezze come quello che stiamo vivendo.

Foto di Michael Singleton


sabato 10 marzo 2018

MILANO FASHION WEEK: GIUSEPPE FATA TRA I GRANDI DELLA MODA




Giuseppe Fata e le sue Head Sculpture


Dopo il lancio della new collection di Head Sculpture Design “PARIS”, in occasione della trascorsa edizione della Paris Haute Couture (Luglio 2017), il designer Giuseppe Fata ha presentato alla Beauty Fashion Academy di Milano a Palazzo Cusini, durante l'ultima edizione della Milano Fashion Week, la sua nuova collezione di copricapo “Head Sculpture Designer - BlackOUT”.
La nuova collezione delle Teste Sculture di Giuseppe Fata, scrive un altro capitolo del suo cammino nelle creazioni fatte ad arte, confermando e riaffermando la sua ormai nota creatività, eleganza, gusto e raffinatezza. 
Sono dieci le Head Sculpture realizzate che lo stilista internazionale ha voluto presentare in occasione della settimana della moda, con un tributo al 60° anniversario della nascita della Camera Nazionale della Moda Italiana, omaggiando, ancora una volta, la moda italiana. 
Grandi sono stati gli apprezzamenti giunti dal Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana Carlo Capassa per la nuova collezione di Fata che ha sfilato al Teatro Vetra, organizzata dalla Julia Barton – Inclusive Fashion Industry e dalla Fondazione Vertical.
“Haute Couture Vision - Head Sculpture” è nata per celebrare l’alta moda italiana, simbolo di artigianalità e stile in tutto il mondo. Questa nuova e unica visione di copricapo scultura, concepita da Giuseppe Fata, è caratterizzata dalla volontà di ripercorrere la storia dei grandi couturier Italiani.
Ogni copricapo è così studiato e realizzato con cura dalle sapienti mani di Giuseppe Fata, che con precisione e assoluta meticolosità dimostra a ogni nuova creazione, di saper sapientemente mixare raffinatezza di design e tecniche innovative. Una celebrazione assoluta del “Fatto a Mano” , rigorosamente made in Italy. È un elogio alla classicità che però viene sempre reinterpretata in chiave contemporanea, facendo rivivere lo spirito dell’alta moda italiana in creazioni di assoluta avanguardia formale.
Per la presentazione si è avvalso della straordinaria partecipazione degli stilisti: Chiara Boni, Anton Giulio Grande, Lino Valeri, Antonio Riva e Pierre Prandini. Madrina d’eccezione la contessa Pinina Garavaglia
Special Ambassador: Stefano e Andrea Tacconi; Alessandro Nava, direttore di StarsSystem e il Principe Kevin Nerery. Mentre i testimonial del designer sono stati: Conny Nortastefano, Miss Mondo Italia 2017 e Valerio Bovienzo, model image influencer.
Il Make-up è stato ideato e progettato da Maria Rescigno, direttore artistico e creativo di Beauty Fashion Academy – Milan, e realizzato con il supporto del team di professionisti selezionati per l’occasione.
In tale occasione a Giuseppe Fata è stata conferita la nomina di Special Ambassador “VICTIMES OF BEAUTY” SWITZERLAND consegnato dal Presidente della Camera Nazionale della Moda Svizzera, Franco Taranto.
Dichiara Giuseppe Fata: “La testa fa l’arte, perché il capo è l’arte dinamica dei pensieri”. Il mio viaggio continua a Paris Haute Couture e New York Fashion Week.

mercoledì 7 marzo 2018

“ARTROOMS” L’ARTE IN HOTEL


Opera di Tanja Bürgelin Arslan "Preghiere da tutto il mondo"


Il The Church Palace di Roma ha accolto più di settanta artisti indipendenti provenienti da tutto il mondo per la prima fiera d’arte contemporanea “Artrooms Roma”.
All’opening, che si è svolto il 2 di marzo, sono stati tantissimi gli illustri ospiti intervenuti, tra cui l’attore americano Matt Dillon, oltre ai tanti giornalisti, blogger, collezionisti e amanti dell’arte. La serata inaugurale si è conclusa con un party nella bellissima sala “Circus” dell’hotel, con dj set e un delizioso buffet.
Originale l’idea di mettere a disposizione degli artisti le camere dell’albergo, una per ciascuno, dove hanno potuto creare il loro spazio espositivo, una loro piccola galleria d’arte per poter esporre gratuitamente le proprie opere, un luogo ideale, in cui si crea intimità, un ambiente piccolo dove entrano poche persone per volta, facilitando l'incontro con l'artista.
Tutti gli artisti sono stati accuratamente selezionati, oltre ai trenta artisti ospiti, una totale full immersion nel mondo dell’arte composta da dipinti, schizzi, sculture, fotografie, installazioni e video installazioni.
La singolare esposizione ha avuto un grande successo, l’hotel era gremito da un folto pubblico calamitato dal peculiare progetto a cui va dato il merito agli ideatori della grande sensibilità nei confronti dell’arte, un patrimonio di talenti che deve essere sempre supportato.

Foto di Luigi Giordani


La giornalista Camilla Nata e Irene Bozzi

Gisella Peana

Gisella Peana con l'artista Tanja Burgelin Arslan

Emilio Sturla Furnò, Irene Bozzi, Gisella Peana, il Principe Guglielmo Giovanelli Marconi, Maria Cristina Rigano, Iuliana Mihai

L'artista Camilla Ancilotto

Gisella Peana, Camilla Ancilotto, Irene Bozzi

Emilio Sturla Furnò, Gisella Peana, Camilla Ancilotto, Irene Bozzi

Emilio Sturla Furnò, Gisella Peana, Camilla Ancilotto, Irene Bozzi, il Principe Guglielmo Giovanelli Marconi

Il Principe Guglielmo Giovanelli Marconi e Camilla Ancilotto

Gisella Peana, Antonio Falanga


L'artista Emanuele Garletti

Gisella Peana con l'artista Emanuele Garletti

Gisella Peana con l'artista Paola Ruvioli

Opera dell'artista Emanuele Garletti

Opera dell'artista Emanuele Garletti





Opera dell'artista Tanja Bürgelin Arslan "In good Hands"


Opera dell'artista Tanja Bürgelin Arslan "Aura"


Opera dell'artista Tanja Bürgelin Arslan "Defeater of death"


























Gisella Peana, Elisabetta Viaggi

La designer Raffaella Frasca e Gisella Peana

Gisella Peana e Renato Benedikter

Gisella Peana e Valerio Moglie

Party

Party