Pubblicità

domenica 29 giugno 2014

GRAN GALA' MISTER ITALIA & MISS GRAND PRIX




Domenica 22 giugno, l’estate è iniziata con il Gran Galà “Mister Italia” e “Miss Grand Prix” presso l’hotel Strand Delfini a Ischia. Nell’incantevole cornice della baia di Cartaromana ad Ischia, una delle più belle al mondo, domenica 22 giugno la "STARTIME MODEL AGENCY" ha presentato il Gran Galà dei concorsi nazionali “Mister Italia” e “Miss Grand Prix” 2014. La manifestazione si è svolta presso lo splendido Strand Hotel Delfini di Ischia che gode di una posizione incantevole, immerso nella natura ma nei pressi del centro storico di Ischia. Dispone di un favoloso ristorante panoramico per assaggiare i piatti tipici della cucina napoletana. La struttura dell’Hotel Delfini vanta un'atmosfera elegante e splendide viste panoramiche sul castello Aragonese. Lo Strand Hotel Delfini, ha visto concorrere 37 aspiranti finalisti delle selezioni regionali Lazio che hanno sfilato di fronte ad una giuria composta da professionisti della moda, della pubblicità, artisti, fashion director e ospiti internazionali; tra questi Andrej Bilzho, famosissimo scrittore, giornalista e vignettista di Mosca. Durante la serata, condotta con grande simpatia e verve da Guerino Cigliano, sono state presentate le collezioni moda dello stilista ischitano Piero Camello, ultimo interprete ad Ischia dell’antichissima arte del vestire. La collezione “Omaggiando la Terra” del brand ABITART, di Vanessa Foglia che, dai fondali del mare, ha preso i colori più belli della Terra per riportarli in superficie e trasferirli su abiti, completi e costumi da bagno chic col soprabito kimono in tinta. ELETTRA STYLE accessori moda, con le sua nuova collezione borse e complementi fashion. Grande entusiasmo tra tutti i concorrenti che hanno preso parte il giorno successivo, lunedì 23, sempre nell'’Hotel Strand Delfini, come protagonisti dello shooting fotografico, organizzato per le maison che hanno sfilato durante il concorso e per il designer Luigi Gaglione Haute Couture, eccellenza della sartoria partenopea, che ha scelto la Startime Model Agency per interpretare le sue nuove collezioni. Le Premiazioni hanno assegnato le fasce alle seguenti Vincitrici: MISS GRAND PRIX MOTO: SABINA NESIMI; MISS GRAND PRIX GOLF: CHIARA DE LUCA ; MISS GRAND PRIX CALCIO: VALENTINA PARISI ; MISS GRAND PRIX FITNESS: MARGHERITA SALIOLA; MISS GRAND PRIX AUTO: CARMELA MURRONE/PATRIZIA MARUT (ex-equo). Invece per quello che riguarda i Vincitori delle fasce di MISTER ITALIA abbiamo: MISTER TALENTO: GIUSEPPE VALLETTI; L’UOMO IDEALE D’ITALIA: ALBERTO MINITULO; UN BELLO PER IL CINEMA: NICCOLO’ GAROFALO; IL VOLTO PIU’ BELLO D’ITALIA: VITO CONVERSANO/FRANCESCO MESSINA (ex-equo); IL MODELLO D’ITALA: DANIELE PALOTTA/ALESSIO BRESS (ex-equo).
Evento organizzato da: Startime Model Agency
Make-up & Styling: Mena Cennamo
Fotografi dell’evento: Tommaso Monti, Giuliana Florio 
Regia e coreografie: Antonio Lambiase
Ufficio stampa e coordinamento generale: Maria christina Rigano


venerdì 20 giugno 2014

"LE SALON DE LA MODE" IL VALORE DEL MADE IN ITALY




Anche l’abito creato per Liz Taylor da Fausto Sarli nel 1961 all’interno del prezioso percorso espositivo de “Le Salon de la Mode”, il format d’eccellenza che promuove il valore del made in Italy, ideato dalla marketing manager Gabriella Chiarappa, presentato con grande successo di stampa e pubblico all’interno del calendario eventi collateriali di Altaroma lo scorso gennaio. Il salotto parigino del ‘600 di Catherine De Vivonne, marchesa di Rambouillet, rivive nelle due giornate del 28 e 29 giugno dedicate alla moda, al design e alla cultura presso il Belvedere di San Leucio, museo mondiale della seta, patrimonio dell’Unesco. “Storia e cultura del made in Italy”, come spiega l’ideatrice, “vengono presentati in una dimensione che permette di far conoscere la filiera di produzione di un prodotto, il suo valore, la sua unicità e la sua preziosità. Lo scopo è quello di raccontare la moda e le sue suggestioni in luoghi simbolo della nostro patrimonio. In questa occasione è il Palazzo Reale del Belvedere di San Leucio che rappresenta, appunto, una delle più eleganti residenze borboniche”. Il progetto, realizzato in collaborazione con Emilio Sturla Furnò, communication, Marco Scorza, che ricopre il ruolo di direttore artistico, l’Associazione Italiana di Consulenti d’Immagine “Immaginati” e l’Istituto Universitario SSML, San Domenico International Campus, vuole dare visibilità e valore a quella tradizione nazionale unica intesa come patrimonio imprescindibile e elemento di distinzione. Una location prestigiosa, il Belvedere di San Leucio per la presentazione di brand selezionati dopo un'approfondita attività di ricerca delle tendenze del momento e un'attenta analisi dei consumi svolta da un team di esperti nello studio dei trend. Il circuito prevede la collaborazione di un “Expert Fashion in Brands” che racconta in chiave tecnica e comunicativa la storia dei marchi presenti agli ospiti dell’evento, note di momenti d’autore che premiano attori del cinema e del teatro, icone simbolo del patrimonio artistico italiano e direttamente dal programma Rai Due “Detto Fatto” il re dell’Instant Fashion Fabrizio Crispino. Un lavoro prezioso ed attento per questa speciale occasione dell’evento Le Salon de la Mode, in cui è inserito anche un momento dedicato alla letteratura: l'on. Michaela Biancofiore presenta, nel corso dell’apertura del 28 Giugno, il suo libro “Il cuore oltre gli ostacoli” edito da Mondadori. Nel percorso espositivo, anche la mostra fotografica ideata da Marco Scorza in collaborazione con Andrea Damiano e Stefano Oliva, che racconta la divina storia della “Via della Seta” attraverso le immagini seducenti che hanno protagoniste attrici e attori del cinema italiano come Elena Russo, Bianca Nappi e Anthony Peth. Presenta l’evento Anthony Peth vincitore del David per la TV e per il sociale 2013/2014, testimonial del made in Italy nel mondo con la major ITAEXPO. La manifestazione gode del sostegno dell’assessorato turismo e grandi eventi di Caserta (assessore Pasquale Napolitano) e dell’Ente Provinciale per il Turismo di Caserta. Collaborano all’evento il make up artist Mauri Menga, Gloria Giglietti, Gianfilippo Chiarello amministratore di gipociccone.com, Maria Christina Rigano, Gisella Peana, la nuova rivista editoriale partnership Fashion Secrets di Luca Ventura, l’agenzia di moda CMproject di Marco Calisse e infine il catering offerto da Eden Banqueting.

PER INFO E ACCREDITI : lesalondelamode.list@gmail.com 












lunedì 16 giugno 2014

UN OTTIMO ESORDIO PER "SOFFI VITALI. QUANDO IL CUORE RICOMINCIA A BATTERE".





Si è conclusa con successo la presentazione ufficiale di "Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere", il primo romanzo di Claudia Conte. La ventiduenne nata a Cassino si è già affermata come attrice, redattrice, autrice, studentessa di giurisprudenza ed è fondatrice dell’associazione di promozione sociale Nova Era. L’evento, che Claudia Conte ha voluto si svolgesse proprio nella sua città natale, ha avuto luogo presso la Biblioteca Comunale di Cassino. Relatore della presentazione di “Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere” è stato l’attore Emanuele Ajello che ha condotto in maniera ottimale l’evento, nonostante abbia saputo di dover sostituire il conduttore Rai Gianni Milano solo un’ora prima. Molto emozionante il discorso dell’autrice e la lettura di alcuni passi tratti dalle lettere d’amore contenute in “Soffi Vitali” cui si sono alternati dei brani di musica classica magistralmente interpretati dalla pianista Evita Zaccaria. Ha dato alla giovane scrittrice il benvenuto Danilo Grossi, assessore alla cultura del comune di Cassino, il quale ha affermato: “Sono contento di questa giornata e della presentazione del romanzo di Claudia Conte nella nostra città. Questo libro, infatti, si sposa con le prerogative della nostra politica. Cercare di fare incontrare la cultura e la letteratura con l’attenzione al territorio. In questo caso è nostro grande onore presentare il libro di un’autrice locale.” Presente all’evento anche un esponente della politica di Frosinone, l’assessore Riccardo Mastrangeli, il quale ha dichiarato: “In quanto assessore al comune di Frosinone, ci tengo a rivendicare il fatto che la crescita culturale di Claudia si sia svolta nella nostra città e questo per noi è un punto di orgoglio. Ho avuto, poi, come amico di Claudia, il privilegio di leggere “Soffi vitali” prima ancora della sua pubblicazione e devo dire che si tratta di un romanzo che merita attenzione. Emerge quella che è la personalità di Claudia, la sua forza interiore…”. Grazie alle testimonianze del maestro di Claudia, Amedeo Di Sora, regista, attore e fondatore della compagnia Il Teatro dell’Appeso, è stato possibile conoscere meglio il percorso di formazione dell’autrice e alcuni tratti della sua personalità. Dal suo discorso queste parole: “Il fatto di aver contribuito a fare innamorare Claudia dell’arte teatrale e della poesia per me è motivo di grande soddisfazione”. Anche le parole di Evita Zaccaria, pianista diplomata presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma, sono degne di nota. “Claudia è un’artista a 360°. Essere artista significa assorbire il concetto di bellezza, farlo proprio ed esternarlo attraverso qualsiasi forma di espressione artistica. Claudia lo ha fatto con la recitazione, ma anche con la scrittura”. Ultimo intervento, ultimo solo dal punto di vista cronologico, è stato da parte di Giorgio Mennoia, regista, attore e direttore del Centro Universitario Teatrale: “Ringrazio Claudia per avermi invitato. Invito che ho accolto da subito con entusiasmo e grande piacere perché è sempre un onore per me sostenere giovani che si mettono in gioco per esprimere ciò che hanno dentro”. Al termine degli interventi, si è svolto un dibattito sul libro e gli spettatori hanno avuto modo di soddisfare le proprie curiosità ponendo delle domande a Claudia Conte. Parallelamente all’acquisto delle copie autografate di “Soffi Vitali”, gli ospiti hanno gradito un rinfresco e hanno brindato con l’autrice. L’evento è stato ripreso dall’emittente Teleuniverso. Il servizio andrà in onda domenica 15 alle ore 20 e può essere guardato sul canale 16 del digitale terrestre e la frequenza è 24. 
È possibile acquistare “Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere” di Claudia Conte al concorrenziale prezzo di 10 euro ordinandolo direttamente sul sito http://www.intermediaedizioni.it/index.php?id_product=763&controller=product




giovedì 12 giugno 2014

SOFFI VITALI. QUANDO IL CUORE RICOMINCIA A BATTERE




"Soffi vitali. Quando il cuore ricomincia a battere" è il romanzo scritto da Claudia Conte, che esplora con determinazione l'amore descrivendo due anime alla ricerca della felicità. Una felicità rincorsa, come spesso accade, scambiando vortici di tenerezze lungo le rive romanticissime di un lago e sulla scia di fughe irreali dalle proprie vite in camere d'albergo quanto mai accoglienti e complici. Un uomo ed una donna che, intercettando altrimenti impercettibili soffi vitali, rispondono, per tentativi ed errori, alle semplici ma imperative ragioni del cuore. Dei cui battiti, a volte, non ci si cura più, se non quando, all'improvviso, ricominciano a richiedere attenzione, dando nuovamente corpo alla magia dei sentimenti. Una donna che, grazie ad uno snodo letterario efficace nella sua imprevedibilità, scopriamo capace di immaginare e redigere con puntiglio un catalogo di necessità (le proprie) a formare una classificazione qualitativa e scaltra dove trovano posto la bellezza, l'umorismo, la cultura, la sensualità ed il romanticismo.
Afferma Gianni Milano, divulgatore scientifico, autore e conduttore Rai: "è una vera promessa letteraria questa ragazza prodigio che in poco più di centocinquanta pagine è riuscita a sintetizzare non solo la storia di Marco e della sua amata Valentina, ma anche un utile vademecum che consentirà ai lettori di comprendere come, attraverso un’apparente comune storia d’amore, si possa imparare a fuggire dalle patologie che affliggono la riuscita di questa strepitosa forma di energia che noi comuni mortali chiamiamo amore."

L’autrice:

Claudia Conte nasce a Cassino nel 1992. Attrice, redattrice di giornali di cultura e spettacolo, studentessa universitaria di giurisprudenza. Appassionata di scrittura poetica, ha pubblicato la silloge “Frammenti rubati al Destino” ed. Galassia Arte. Nel 2013 è fondatrice, insieme ad Emanuele Ajello, di “Nuova Era”, Associazione di promozione sociale che si occupa, attraverso l’espressione artistica e in particolare l’audiovisivo, di progetti con tematica sociale, cui è particolarmente sensibile. 

Prezzo: € 10,00 in libreria e nel sito www.intermediaedizioni.it

domenica 1 giugno 2014

IL ROTARY PREMIA ALTAROMA





La stilista Giada Curti ha ricevuto il prestigioso premio “La Ruota d’Oro” assieme ad AltaRoma: una menzione d’onore che ha consacrato Giada Curti come portavoce dell’artigianato made in Italy nel mondo. Le creazioni Giada Curti Haute Couture sono state esposte durante la cerimonia di premiazione che si è svolta presso i saloni dell’Hotel Intercontinental de La Ville. Il Rotary Club Roma Sud Ovest ha conferito per il 2014 lo storico premio “La Ruota d’Oro” ad Altaroma e a quattro stilisti di alta moda: Giada Curti, Luigi Borbone, Raffaella Frasca e Jamal Taslaq, nella foto assieme al Direttore Generale di AltaRoma Adriano Franchi, il Vice Presidente Valeria Mangani, ed il Presidente del Rotary Club Roma Sud Ovest. La Ruota d’Oro, una medaglia coniata appositamente dal maestro Angelo Canevari, è nata nel 1986 ed è da sempre dedicata alla valorizzazione dell’eccellenze italiane, rappresentate dagli artigiani del settore artistico, selezionati per tipologie di attività. L’ideatore fu Luigi Lambertini, l’allora presidente del Club, che istituì un’apposita commissione con il compito di conoscere gli artigiani, segnalati dai club Rotary romani, e ammetterli a concorrere al premio, che per regolamento può essere assegnato anche a istituzioni, enti e fondazioni che operano per la tutela e la salvaguardia dell’artigianato. Dal 1986 a oggi sono stati conferiti 27 premi e più di 300 menzioni d’onore. Tra i premiati: Accademia Lancisiana di Roma, gli artigiani de l'Aquila post terremoto, Fernanda Gattinoni, il Prof. Mario Verdone, Artigiani del Quirinale, Ennio Morricone e molti altri. Il Rotary con la scelta di Altaroma e delle quattro maison quest’anno vuole premiare e promuovere il talento da cui nascono idee, eleganza, creatività che si traducono nell’alta moda, il settore più rappresentativo del made in Italy nel mondo.