Pubblicità

martedì 28 giugno 2016

GRANDE SUCCESSO PER IL GALA SOLIDALE "THE DAY OF THE SUMMER FASHION AND ART".



Grande successo per il charity event organizzato dalla stilista Eleonora Altamore in sostegno della fondazione ANT Italia Onlus e presentato da Patrizia Pellegrino.
Moda, arte, musica e poesia, e tanta sensibilizzazione sul tema della prevenzione. - «’La bellezza è simbolo del bene morale!’ È ricordando la frase di Kant che voglio avviare questa importante serata, sottolineando come eventi di questo genere, che possono sembrare frivoli a volte, riescano invece a farsi importante veicolo di supporto per realtà come quella dell’Assistenza Nazionale Tumori qui rappresentata questa sera.» Sono le parole del critico d’arte Enzo Dall’Ara ad inizio evento, che hanno evidenziato il fil rouge filantropico del Gala ‘The Day of the Summer Fashion and Art’ organizzato da Artistica Events Eventi d’Autore e dalla stilista e designer Eleonora Altamore, sabato 25 giugno a Roma.
La Fondazione ANT Italia Onlus è una struttura impegnata a fornire assistenza domiciliare gratuita ai malati di tumore, supporto psicologico ai familiari e a realizzare importanti progetti di prevenzione sui corretti stili di vita nelle scuole italiane a partire dalle materne.
«Ringrazio Eleonora Altamore che da tre anni sostiene la mission della nostra struttura e tutti voi qui presenti stasera», ha dichiarato il dottor Marco Marinaccio, medico palliativista della Fondazione ANT Italia Onlus, presentando l’ANT ai tanti ospiti. «Negli ultimi anni la medicina ha fatto moltissimi passi da gigante ma è anche vero che la miglior medicina, soprattutto in campo oncologico è la prevenzione.» «Per questo ANT è molto attiva nella prevenzione primaria sui corretti stili di vita a partire dall’età infantile e - ha concluso Marinaccio - quella secondaria legata alla cultura del controllo medico periodico e della diagnosi precoce dei tumori, soprattutto del melanoma.»
Vetrina esclusiva di eccellenze artistiche diverse, al Gala di raccolta fondi ha fatto da richiamo la sfilata della nuova collezione ‘Aurore Floreali’ di Eleonora Altamore: una sequenza di abiti dalle nuance ispirate all’aurora boreale. Sgargianti sfumature, riflesse in sognanti silhouette femminili avvolte in preziosi tessuti di pizzi, tulle, voile, organze e pelle. Di misterioso buio divengono brillanti lumiere colorate. Magiche ed evanescenti esaltazioni cromatiche si proiettano nell’infinito, come visioni surreali che sbocciano da emozionanti e travolgenti aurore floreali. Come lo splendido abito da sposa indossato dalla showgirl Mirella Limotta accompagnata in passerella dal modello italo-brasiliano Giuseppe Cantelmi.
Un défilé incorniciato dalle splendide opere pittoriche del Maestro Federico Heidkamp Gonzaga, sei opere che ripercorrono il passaggio dall’astratto, sottolineato da tele in pastoso spatolato, all’eterea figurazione dell’aurora rappresentata dai lisci ed evanescenti colori ad olio. «Le opere d’arte di stasera - ha spiegato agli ospiti il critico d’arte Enzo Dall’Ara - arricchiscono il tema dell’aurora boreale, partendo da un onirico cosmico che ha origine nell’astratto, dunque l’immaginazione sacra della nostra anima, per arrivare all’arte figurativa, percezione visibile e immediata di un concetto.»
Il Gala è stato animato da una lotteria di raccolta fondi con in palio una selezione di splendidi preziosi offerti da uno degli sponsor. Il Galà è proseguito con la cena e la splendida torta monumentale offerta da Artistica Events Eventi d’Autore e da Eleonora Altamore Fashion e Luxury. Colonna sonora immancabile, la live music della ‘Tonino Band’, intervallata dalla performance della cantante lirica Elena Martemianova, la Musa di San Pietroburgo, e dalla lettura di una poesia sull’amore e l’arte interpretata dal talento teatrale dell’attore David Gramiccioli.
Tanti gli ospiti intervenuti al Gala tra i quali: l'attore David Gramiccioli, l'avvocato ‘Di verdetto Finale’ Manuela Maccaroni, la valletta de 'I Fatti Vostri' Mirella Limotta, la direttrice del Museo Casina delle Civette di Villa Torlonia Maria Grazia Massafra, la giornalista di Adnkronos Maria Teresa Guidetti, la consulente d'immagine e blogger Gisella Peana, la cantante lirica Elena Martemianova, l'imprenditore Tonino Boccadamo (Boccadamo Gioielli), il PR Francesco Caruso Litrico, Gabriele Carchella di ActionAid Italia, il critico d'arte Enzo Dall'Ara, il pittore Federico Heidkamp Gonzaga, le artiste Patrizia Dalla Valle e Lorenza Altamore, il professor Antonio Paris, l'imprenditore Salvatore Paravia.
Un evento reso possibile grazie ai partner che hanno aderito al Gala: Sicily Food Experience, Civico 19, The Beauty Parrucchieri, RomEur Academy per il make-up e Romano Gioielli.

Foto di Giacomo Prestigiacomo







Giuseppe Cantelmi, Mirella Limotta

Patrizia Pellegrino

Antonio Paris, Patrizia Pellegrino

Eleonora Altamore, Antonio Paris

Francesca Nanni, Gisella Peana


Gisella Peana

“Second Skin” la mostra realizzata da Pierlorenzo Bassetti e Marco Gambedotti


Lo scorso 23 giugno in via del Gesù a Roma Pierlorenzo Bassetti e Marco Gambedotti hanno realizzato una fantastica mostra "Second Skin", in cui si potevano ammirare i preziosi tessuti e importanti abiti vintage, realizzati con i tessuti Bassetti, di alcuni tra i più importanti stilisti italiani e internazionali. Il tessuto come fonte d'ispirazione della creatività e come origine delle nuove tendenze: questa è la vision alla base dell’idea imprenditoriale di Pierlorenzo Bassetti e Marco Gambedotti. La passione e l’amore che i due mettono nel loro mestiere e la loro continua ricerca del “bello” fanno sì che le stoffe, il disegno, l’intreccio siano delle vere e proprie fonti di ispirazione per designers, stilisti e costumisti. Un progetto, questo, che ha le sue fondamenta nella storia quando il padre di Pierlorenzo Bassetti, Antonio, nel 1953 ha deciso di aprire a via delle Botteghe Oscure un negozio di tessuti. Cresciuto in mezzo a stoffe, merletti e ricami ha affinato la capacità di riconoscere un prodotto valido, e nello stesso tempo la passione, la determinazione e la grande forza di volontà del padre gli hanno insegnato le regole del lavoro imprenditoriale.
Il panorama romano, con la sua cultura e la sua storia, sono la scenografia perfetta per questa impresa, che nasce anche grazie all’incontro con l'innovativo designer Marco Gambedotti, un giovane creativo figlio d’arte – il padre Nicola è stato uno degli artisti più interessanti del panorama internazionale nel mondo dell'arte pittorica ed incisoria - che applica la sua ispirazione tra moda, design e arte, già noto per la capsule collection “Candies & Cakes couture” la linea che lega il concetto di food e fashion come elementi della vita quotidiana.
Dall’incontro delle due personalità nasce il nuovo “creative lab” Pierlorenzo Bassetti Tessuti in Via del Gesù 60, dove i due continuano le rispettive tradizioni familiari tra ricerca, studio e sperimentazione.
Comprare un tessuto “Pierlorenzo Bassetti Tessuti” significa non solo indossare un pezzo di storia, ma soprattutto anticipare le nuove tendenze utilizzando la qualità che solo il “made in Italy” sa dare.
Non è un caso, dunque, che “Pierlorenzo Bassetti Tessuti” sia il punto di riferimento principale dei creativi della moda, del cinema, del teatro e della televisione. Sul fronte cinematografico, solo per citarne alcuni, ricordiamo i film “Zoolender 2”, con e di Ben Stiller; la pellicola premio Oscar “La grande bellezza” e l’action movie “007 Spectre”. Costante è la collaborazione con costumisti delle grandi aziende cinematografiche (Disney, Universal, ecc...) e con costumisti del calibro di Maurizio Millenotti, Gabriella Pescucci o Milena Canonero. Ampie , inoltre, le collaborazioni con le maggiori produzioni televisive SKY, Mediaset e RAI.
Per la moda sono assidui frequentatori dello showroom le più rinomate sartorie in Italia tra cui anche le maison Valentino, Fendi, Bulgari, Balestra.
Con enorme passione e nel pieno spirito del “creative lab” Pierlorenzo Bassetti Tessuti ampio spazio viene concesso alla consulenza sui materiali fornendo così un valido supporto al lavoro delle più prestigiose accademie europee, dei giovani stilisti, degli interior designer ed anche del semplice progetto del cliente privato.
Grande successo quindi per il “Second Skin” party, dove i nuovi trend, la storia e l’arte si sono mescolati a musica e divertimento per una serata unica, come i tessuti dei due creativi.
Gli abiti sono stati i protagonisti della mostra allestita nella Galleria d’arte CArt, in cui le creazioni vintage degli atelier Barocco, Lancetti, Balestra, Galitzine e molti altri sono stati esposti insieme alla couture contemporanea dei designer Ivan Donev, Emanuela Conte, Fabio de Riso, New Land di Carlo Alberto Terranova, MAD.E dress room di Ginevra Odescalchi, Sergio Miglioni, Antonio Ventura de Gnon e MGD di Marco Gambedotti.
La serata ha visto come madrina l’attrice Simona Borioni che per l’occasione ha indossato una creazione di MGD Marco Gambedotti design realizzato con i tessuti di Pierlorenzo Bassetti. Sono intervenuti alla serata: Martina Stetiarova (Miss Bikini World 2014) e Jacqueline Lara che hanno indossato abiti firmati Ivan Donev, realizzati con Pierlorenzo Bassetti Tessuti; Gaia Straccamore, étolie del Corpo di Ballo dell'Opera di Roma; l’attrice Marina Pennafina; lo stilista Antonio Grimaldi e tantissimi altri ospiti calorosamente accolti da Pierlorenzo e Marco.
L’evento è stato accompagnato dalla musica di Jimmy Pelli DJ, noto per aver collaborato con Skunk Anansie, Prezioso e Marvin.

Foto di Giacomo Prestigiacomo


Pierlorenzo Bassetti, Sonia Rondini, Marco Gambedotti



Erika Gottardi, Massimiliano Piccinno



Pierlorenzo Bassetti, Simona Borioni, Marco Gambedotti





Pierlorenzo Bassetti, Marina Pennafina, Marco Gambedotti

Pierlorenzo Bassetti, Gisella Peana, Marco Gambedotti












mercoledì 22 giugno 2016

I vincitori 2016 del Concorso Internazionale di Moda “Fashion Cult”


La vincitrice Azzurra Toppi

Un successo davvero straordinario quello ottenuto nella serata conclusiva del Concorso Internazionale di Moda “Fashion Cult”, che si è svolta sabato 18 giugno al Motor Village Roma nei suoi ampi spazi arricchiti da modelli di auto esclusive come l’Alfa Romeo 4C, la nuova Giulia e la nuovissima spider FIAT 124. Una cornice automobilistica e passionale ideale per il tema del concorso.
Un contest rivolto a giovani stilisti emergenti provenienti da prestigiose accademie e scuole di moda italiane ed internazionali, dall'Austria, Brasile, Colombia, Croazia, Francia, India, Israele, Lettonia, Romania, Slovacchia e naturalmente dall’Italia con lo scopo di realizzare uno scambio culturale e tecnico tra diverse culture e paesi, attraverso la sinergia ed il legame tra la moda ed il mondo del cavallino rampante, simbolo della Ferrari, entrambi espressione di eccellenza, lusso e passione, tema su cui gli stilisti si sono ispirati per le loro creazioni.
Una serata davvero magica realizzata dallo staff di Roberto Luongo, ideatore del concorso, con l’insostituibile ed ottimo lavoro di Caroline Chambers, responsabile rapporti istituzionali, instancabile nel curare le relazioni con le tante ambasciate ed istituti internazionali presenti che hanno concesso il loro patrocinio e parte essenziale per l’organizzazione preliminare di tutta la manifestazione. Mauro Menichino, direttore tecnico del concorso, grazie alla sua grande professionalità ha saputo enfatizzare al meglio le creazioni sartoriali degli stilisti attraverso splendide coreografie e un’impeccabile regia.
In passerella i 31 finalisti hanno presentato creazioni inedite, spettacolari e sperimentali per materiali e lavorazione, create da giovani talenti provenienti da istituti ed accademie nazionali ed internazionali di alto profilo come l’Accademia Altieri di moda e arte, l’Accademia Creazioni Moda di Maiani Maria, l'Accademia di Belle Arti di Foggia, Palermo, Roma e Terni, Accademia Internazionale di Alta Moda Koefia, Accademia Italiana di Moda e Arte Fashion Style di Pisa, Fashion College di Graz, Istituto Cordella di Lecce, Istituto Italiano della Moda, Istituto di Moda Burgo di Pescara, Liepaja Design and Arts School, Lettonia, NABA di Milano, Nuovo Istituto di Design, Profokus Fashion School, Croazia. La IS3M Istituto Superiore di Moda di Monastir di Tunisi, rappresentata da Dhafer Ben Khalifa, ha invece esposto, in un’area dedicata, le creazioni degli studenti.
Un lavoro fantastico che ha reso ben difficile la selezione da parte di una giuria composta da professionisti del settore, presieduta dalla stilista Luisa Del Vecchio, Consigliere Nazionale di CNA Federmoda (Italo-Argentina). Assieme a lei i giurati: Ichiro Tsuchida, Vice Principal, New World Institute of Total Fashion (Giappone), Tatiana Guenkina, fondatore e organizzatore dell’evento “Roma Fashion Week” (Russia), Gisella Peana, Consulente d’Immagine, Direttrice del Web Magazine “Il Peana” e "Il Blog di Gisella Peana" (Italia), Aga Abramowicz, Marketing and Comunication Manager, Conte of Florence (Polonia).
La vincitrice del concorso è stata Azzurra Toppi (Roma), seconda Valeria Mancini (Frosinone), terza Dagan Cohen-Arieli (Israele), quarta Pauline Marre (Francia), quinto Pietro Lipari (Palermo), sesta Marialucia De Francesco (Lecce). I primi cinque vincitori avranno la possibilità di frequentare uno stage presso note aziende ed enti di moda come: Sabrina Persechino Atelier, Daniela di Francesco Moda, Atelier Paola Cipriani Couture, Camera Europea dell’Alta Sartoria, Atelier Luisa Del Vecchio. Inoltre grazie alla collaborazione con “Roma Fashion Week” i primi undici classificati sono stati premiati da Tatiana Guenkina, organizzatrice dell’evento, con l’accesso diretto alla finale del concorso previsto in primavera. Una speciale borsa di studio in denaro è stato il premio di punta per i primi tre classificati. Giulia De Dominicis vince il premio speciale Conte of Florence con un buono acquisto di 250€ spendibile in uno dei punti vendita nazionali. L’azienda di Lucca ha creduto fin da subito al progetto tanto che Nicoletta la Battaglia, Retail Development Manager, ha dichiarato: “Sarebbe un onore per noi continuare a sostenere la vostra iniziativa per far capire a questi studenti, che rappresentano le risorse del futuro, che la creatività è un dono che rende speciali e che ogni mano/stile può esser più o meno adatta e notata da un’azienda, per cui per ognuno di loro ci sarà sempre una collocazione speciale che li rende unici!!!“
L’accademia Altieri ha sfilato fuori concorso con due collezioni degli allievi del primo e del secondo anno di corso. Outfit con tessuti di neoprene rettilati associati a stampe tribali rievocano l’Africa punk per la collezione degli studenti del primo anno, segue una linea più trend/metropolitana caratterizzata da tessuti in ecopelle lavorati ed intagliati, abbinati a tessuti glamour tutto rigorosamente blu, per la collezione realizzata dagli allievi del secondo anno.
Una manifestazione che ha ricevuto il plauso da numerose istituzioni per l’elevato valore sociale e culturale trasmesso legato alle politiche giovanili. Alti patrocini hanno sostenuto e promosso il progetto e il suo valore, come la CNA Federmoda e diverse Ambasciate ed Istituti di Cultura in Italia; il Forum Austriaco di Cultura, Bielorussia, Brasile, Croazia, Israele, Lettonia, Malta, Moldova, Serbia e Slovacchia, l'Istituto Slovacco a Roma e Tunisia.
“Fashion Cult” è una manifestazione innovativa, con lo scopo di sostenere le attività del settore, promuovere talenti ed eccellenze, l’impegno e l’abilità artigianale e l’intraprendenza dei suoi imprenditori che fanno eccellenza in Italia e nel Mondo.
Le modelle della sfilata sono state assistite nel trucco e nelle acconciature dalla ROMEUR European Academy of Rome, una scuola specializzata soprattutto nella formazione di giovani talenti per il trucco e l’acconciatura. Grazie al prezioso contributo degli studenti la ROMEUR Academy ha realizzato anche tutto il servizio fotografico, le riprese, il montaggio video e gestito la web grafica e i social media.
Gli arredi espositivi sono stati realizzati da Mobilinpallet, azienda con una grande sensibilità per il riciclo e l’ambiente che crea, riciclando pedane in legno utilizzate nell’industria, mobili e particolari d’arredo di suggestivo effetto e design.
Gli allestimenti e le scenografie sono state particolarmente apprezzate dal pubblico presente per i suggestivi effetti luce e sonori curate da Multicolor.

Foto di Giacomo Prestigiacomo


In giuria: Gisella Peana, Aga Abramowicz, Luisa Del Vecchio, Tatiana Guenkina, Ichiro Tsuchida

Roberto Luongo, Caroline Chambers









Caroline Chambers, Gisella Peana

martedì 21 giugno 2016

Le creazioni di famosi stilisti di alta moda alla mostra "Second Skin" a Roma


Giovedì 23 giugno dalle ore 19 alle ore 21 in via del Gesù 60 a Roma si terrà la mostra "Second Skin" ovvero “Il tessuto come una seconda pelle e materia prima nel processo di ispirazione dei fashion designer”. Questo il tema dell’evento che vede l'alta moda, rigorosamente made in Italy, protagonista di una serata in cui storia e nuovi trend si intrecceranno mescolandosi con buona musica, divertimento e creatività.
Storia, cultura e arte si mescoleranno come avviene nella lavorazione di un tessuto, creando una trama unica ed originale, dipanandosi tra i locali della Galleria d’Arte CArt “original comic art and illustration gallery” e dello spazio “Creative Lab” Pierlorenzo Bassetti Tessuti, situati uno accanto all’altro in via del Gesù.
Una mostra, che vede protagonisti gli abiti vintage degli atelier Barocco, Lancetti e Balestra, accanto alla couture contemporanea di fashion designer come: Ivan Donev, Emanuela Conte, Fabio de Riso, New Land di Carlo Alberto Terranova, MAD.E dress room di Ginevra Odescalchi, Sergio Miglioni, Antonio Ventura de Gnon e MGD di Marco Gambedotti.
Protagonista della serata sarà anche la musica, con la colonna sonora curata da Jimmy Pelli DJ, noto per le sue collaborazioni con Skunk Anansie, Prezioso e Marvin, con un intervento del cantautore Mimì de Maio. Quindi non mancheranno performance live tra spettacolo, moda e creatività.
Madrina della serata sarà l’attrice Simona Borioni, che per l'occasione indosserà un abito MGD Marco Gambedotti design, realizzato con i tessuti di Pierlorenzo Bassetti.
Tanti gli ospiti attesi: Martina Stetiarova (Miss Bikini World 2014) che indosserà un abito di Ivan Donev realizzato sempre con i tessuti di Pierlorenzo Bassetti, Gaia Straccamore étolie del Corpo di Ballo dell'Opera di Roma, Valeria Marini, Marina Ripa di Meana, Antonello Colonna, Nancy Brilli, Angela Melillo, Daniele Mocio, Marzia Roncacci, Gabriele Rossi, Barbara Foria, Mimì de Maio, Anadela Serra Visconti, Flaminia Lera, Juan Diego Puerta Lopez, Emanuela Aureli, Ilona Staller e Marina Pennafina.

Abito Lancetti