Pubblicità

giovedì 24 novembre 2011

WIKIPEDIA CONTINUA LA FARSA

Vi ricordate l'articolo che tempo fa scrissi riguardo la protesta di Wikipedia Italia contro il disegno di legge sulle intercettazioni? La posizione della enciclopedia on line fu molto dura e decise che avrebbe chiuso temporaneamente i battenti poiché veniva meno, secondo loro, la libertà di pensiero. Scrissi che la protesta mi sembrava estrema e senza fondamento, perché nulla di simile rientrava nel decreto DDL. Oggi ecco la sorpresa! Mi viene la curiosità di andare a guardare la situazione di Wikipedia, non trovo più la schermata gialla che trovai tempo fa che, catastroficamente, raccontava di un governo dittatore, che voleva impedirgli la libertà di espressione, ma ho trovato il seguente messaggio: "per favore, leggi: appello personale del fondatore di Wikipedia Jimmy Wales". Di cosa si tratta? Il fondatore chiede, con un contributo, di  sostenere l'enciclopedia. Allora i miei dubbi erano fondati, si trattava di strumentalizzazione, Wikipedia aveva minacciato di chiudere, con la scusa delle intercettazioni, perché aveva problemi a restare in vita. Io non gli do neanche un centesimo, faccio volentieri a meno della loro falsa enciclopedia e di tutte le loro burattinate!

Nessun commento:

Posta un commento