Pubblicità

mercoledì 11 luglio 2018

Ad Altaroma "International Couture Fashion Show"



Si è conclusa con grande successo, oltre mille le persone presenti ad ammirare il catwalk di "International Couture Fashion Show" organizzato ad Altaroma dall’Istituto culturale Italo-Libanese, con il patrocinio dell’Ambasciata del Libano in Italia. 

La sfilata “International Couture” è stata una collettiva di designer internazionali ed italiani, alcuni di loro hanno già sfilato nel calendario atelier di Altaroma nelle edizioni passate, altri hanno presentato le loro collezioni alla Montecarlo Fashion Week. 
Gli stilisti partecipanti sono arrivati da Beirut, Mosca, Milano, Lucca, Palermo, Napoli e Roma, tutti approdati ad Altaroma per partecipare a "International Couture" e per fare ammirare le loro collezioni nella prestigiosa location mozza fiato del “Set Roma Antica” a Cinecittà. Hanno sfilato gli stilisti: Abed Mahfouz, Daniela Danesi, Bailiss, Silvia Nobili, Paola Filippone, Emilio Ricci, Sofia Alemani e Giusy Donini Giujoux.
In questa prima edizione di “International Couture” l’opening del Fashion Show è stato effettuato dalla fashion designer napoletana, Daniela Danesi, un’istintività visionaria della moda da cui nascono creatività e stile, ha presentato una collezione di 15 abiti dal titolo “Arte Sartoriale Partenopea”, liberamente ispirata a sogni, idee e colori dell’arte moderna, influenzata anche da un immaginario femminile di donne incontrate per caso in strada. Da trent’anni un’élite di donne veste Daniela Danesi per distinguersi dalla banalità ricercando unicità e classe.
A seguire, la maison moscovita Bailiss, scoperta dalla fashion curator Veronica Sheynina, che dopo il successo ottenuto alla recente Montecarlo Fashion Week, Bailiss decide di tornare sulle passerelle europee nell’ambito della settimana di Altaroma presentando 15 outfit della collezione “Fantasie Improvvisate”, dai colori rosso, rosa e azzurro.
Ha continuato la sfilata la giovane stilista Silvia Nobili, ha presentato 15 abiti sontuodi, scelti dalla collezione “SogNo” che s’ispira alla bellissima città di Roma. Dress che ricordano lo sfarzo imponente di Roma. Silvia Nobili ha partecipato all’Accademia della Moda del programma di RAI2 “Dettofatto” con Caterina Balivo e Giovanni Ciacci, confermandosi “Tutor di moda” per gli anni successivi.
Paola Filippone con il suo brand "Paolè" anche lei, come Bailiss, approda dalle passerelle della Montecarlo Fashion Week a quella di Altaroma, con le sue creazioni che ricordano i colori della sua terra, la Sicilia, per incantare e stravolgere la realtà principesca e non. Dodici abiti della collezione intitolata “Sicilia a Colori”, che si distinguono per i tagli sartoriali, per gli accostamenti di colore e per l’abbinamento di tessuti impalpabili, come georgette, chiffon e raso di seta. Paola Filippone è riuscita a fare della propria passione una professione e un’arte che hanno come punto di partenza la complicata Palermo e come destinazione i continenti del mondo.
Sempre dall’Italia, l’architetto Sofia Alemani, dopo varie esperienze nel campo dell’architettura e dell’arte si dedica alla sua passione più grande, realizzare una propria linea di abiti. Nasce così nel 2010 Sofia Alemani Fashion Creative, giovane griffe che ha presentato una capsule collection di 10 abiti accessoriati con piume di struzzo, intitolata “Gli Angeli della Terra”. Significative sono state per Silvia Alemani le gratifiche riscontrate dal concorso “Muuse &Vogue Talents” organizzato dalla rivista Vogue Italia. 
Nel penultimo quadro moda hanno sfilato gli abiti di Emilio Ricci, accompagnati da Giujoux, accessori preziosi di Giusi Donini. Emilio Ricci ha presentato 13 abiti della collezione A/I 2018-19, ecosostenibile, intitolata “My Natural Dream”. Dopo 15 anni di ricerca e sperimentazione lo stilista è stato orgoglioso per avere presentato capi di abbigliamento realizzati con fibre e colorazioni naturali in grado di apportare benessere al corpo e di rispettare l’ambiente, grazie all’utilizzo di filati ricavati da materie prime largamente presenti in natura e grazie alle loro caratteristiche salutari per l’organismo.
A concludere la splendida passerella lo stilista internazionale Abed Mahfouz, direttamente da Beirut e fedele ad Altaroma per il sedicesimo anno. Ha presentato 34 capi della collezione couture “Soul Enchantment” A/I 2018-19. Il designer ha creato una collezione audace per soddisfare le alte aspettative delle donne, ha scelto diversi colori che richiamano la natura, dal taglio molto femminile per appagare i sogni di ogni donna, una donna speciale che ispira, attrae e incanta.
Un Fashion Show spettacolare per la peculiarità delle creazioni di diverse culture dove l'alta moda è stata protagonista assoluta ed ha mostrato come l'eleganza, lo stile, la classe siano intramontabili e sempre amate e ammirate dal pubblico.

Foto di Maurizio Romani














Nessun commento:

Posta un commento