Pubblicità

mercoledì 20 aprile 2016

IX Festival Internazionale del Film Corto "Tulipani di seta nera"




Dal 29 aprile al 1° maggio a Roma riparte uno dei più importanti e prestigiosi festival di cinema breve sul sociale, giunto alla sua IX edizione, il “Festival Internazionale del Film Corto Tulipani di Seta Nera", nato da un'idea di Paola Tassone, di cui la presidente è Ilaria Battistelli e il direttore di produzione Diego Righini. Curatore artistico del festival è Mario Sesti, mentre la produttrice cinematografica Elda Ferri è la presidente.
Il festival mira a focalizzare l’attenzione sul tema della diversità a 360 gradi. L’obiettivo della manifestazione è quello di far si che la diversità sia vista nei suoi molteplici aspetti, lasciando in tutti coloro che vi parteciperanno uno spunto di riflessione, oltre che un arricchimento culturale. La macchina da presa diventa uno strumento capace di sensibilizzare il pubblico, con l'aspirazione a dar vita ad una società con sempre meno pregiudizi, grazie all’ingegno di giovani artisti e alla cinematografia che da sempre ha dato voce ai pensieri, alle opinioni e ai sentimenti. Il Festival Tulipani di Seta Nera è l’unico tra i circa novecento festival italiani a trattare il sociale.
Il 29 Aprile alla Casa del Cinema, ci sarà la proiezione del film “Come Saltano i Pesci”, di Alessandro Valori, con tutto il cast che verrà intervistato in esclusiva da Laura Delli Colli.
Il 30 aprile sempre alla Casa del Cinema si svolgeranno due tavole rotonde sulla cultura del lavoro e della legalità, argomenti sui quali oggi s’impone il bisogno di parlare e che coinvolgeranno importanti figure delle istituzioni, soprattutto della magistratura.
Liliana Cavani, presidente della giuria tecnica, ha avuto il compito di scegliere i quattordici cortometraggi finalisti. Le tematiche dei cortometraggi di quest’anno sono: il valore del lavoro, il sorriso dell’infanzia, l’integrazione religiosa e la cultura della legalità. La RAI ha selezionato i 27 cortometraggi.
A presentare la serata di Gala del 1° maggio al Teatro Olimpico saranno Metis Di Meo insieme a Giancarlo Magalli, conduttore del Festival ormai da sei anni consecutivamente. Madrina del Festival sarà Roberta Giarrusso, mentre il padrino sarà rappresentato da Giorgio Borghetti. Sara Galimberti ha scritto la colonna sonora del Festival, con la collaborazione del direttore musicale Vince Tempera. Durante la serata di premiazione saranno anche consegnati il Premio Critica Sociale “Un Sorriso Diverso” a personaggi del mondo del cinema, dello spettacolo e della cultura che si sono ampiamente distinti per la loro sensibilità sociale.
Un’importante manifestazione che affronta tematiche difficili ed emozionanti attraverso i corti in concorso. Un connubio tra arte cinematografica e il sociale per sensibilizzare il pubblico su argomenti di rilievo della vita attuale.

Foto di Giacomo Prestigiacomo

Roberta Giarrusso, Giorgio Borghetti

Giancarlo Magalli, Metis Di Meo

Nessun commento:

Posta un commento