Pubblicità

sabato 3 gennaio 2015

BUON ANNO A TUTTI!


Per questo nuovo anno che sta per cominciare, tutti noi facciamo un bilancio e le esperienze degli anni passati dovrebbero servire per migliorare la nostra vita, dagli errori cerchiamo di trarre insegnamento.

Per prima cosa si dovrebbe scegliere un lavoro che si ama e non dovrete lavorare neanche un giorno della vostra vita, diceva Confucio. Certo difficile, ma mai scoraggiarsi, mai arrendersi, niente è impossibile, volere è potere.

Le cose belle accadono quando meno ce lo aspettiamo, perciò non state a sentire i cinici e cominciate a credere, con tutto il vostro cuore. Basta un pizzico di follia per cambiare le cose, non siate pessimisti, tutto comincia ad andare storto e ad avverarsi al contrario. No, dunque, ai pensieri negativi. 

In questi ultimi anni, si è parlato tanto di fuggire dall'Italia per trovare un lavoro più appagante, serenità, benessere e felicità. Io non vorrei costringere nessuno, però, prima di preparare armi e bagagli, bisognerà pur credere, fino alla fine, in questo Paese. Perciò, se il lavoro e la serenità non li troviamo in Italia, dovremo inventarli, senza per forza ricorrere alle opportunità estere.

Ogni giorno, una volta al giorno, fatevi un regalo. Non pianificatelo, non aspettatelo … fatelo solo succedere. Questa, infatti, è la scelta migliore che si possa fare nei propri riguardi, perché lasciarsi andare ai propri desideri, è una delle migliori sensazioni.
Non lasciate nulla al caso: leggete, informatevi e andate a fondo nelle notizie. L’informazione rappresenta il quarto potere, ma non è detto che ciò che dicono giornali e telegiornali, sia la verità. Non prendete mai niente come oro colato, ma confrontate le varie notizie tra loro, per allontanare, una volta per tutte, lo spettro della disinformazione. 

Imparate a dire di no. Non sempre una risposta affermativa è la soluzione più giusta, di sicuro sarà quella più semplice e sbrigativa. A volte, nella vita, per ottenere i risultati migliori bisogna imporsi, magari rinunciando a qualcosa che ci sembra irripetibile. Perché se esiste il detto “chiusa una porta si apre un portone”, vorrà pur dire qualcosa.

Viaggiate, per scoprire le bellezze uniche che nasconde questo mondo. Non abbiamo delle radici pronte ad inchiodarci al terreno, al contrario, al giorno d’oggi abbiamo a nostra disposizione qualsiasi mezzo di trasporto, per raggiungere anche l’ultimo dei Paesi. Imparate nuove lingue, parlate con persone di nazionalità diverse, però poi ritornate a raccontare le vostre esperienze. 

Liberatevi dalle costrizioni, dai dettami della società, dal meglio che vorrebbero per voi i vostri genitori. Seguite le vostre passioni e siate voi stessi, senza dar conto a nessuno di quello che fate o di ciò che pensate. Le costrizioni mentali sono ben più pesanti e punitive di quelle fisiche.

Il mio augurio è che spero che questo nuovo anno sia speciale per ciascuno di noi, e che tutti i nostri desideri si possano avverare, crediamoci e sarà uno splendido 2015 per tutti!

Nessun commento:

Posta un commento