Pubblicità

martedì 18 luglio 2017

Ad Altaroma trionfa “Creative District”, Il progetto di Antonio Falanga e Grazia Marino

Chiostro dell’Angelicum


Ad Altaroma “Creative District” giunto quest’anno alla sua seconda edizione, ideato da Antonio Falanga e Grazia Marino, prodotto dalla Together eventi comunicazione e organizzato dalla P&G Events, si è svolto sabato 8 luglio nello storico Chiostro dell’Angelicum Congress Centre, prestigiosa e storica struttura, situata nel cuore della Roma barocca, che per la prima volta ha aperto il suo giardino ad una presentazione d’Alta Moda.
“Creative District” promuoverà, edizione dopo edizione, il legame profondo tra le radici e la contemporaneità, tra la ricerca e l’innovazione. L’Alta Moda sarà il filo conduttore delle varie collezioni che porranno al centro dell’attenzione i valori dell’alto artigianato, un trampolino di lancio per i creativi di talento che con la loro passione, dedizione e coraggio sono portatori di qualità e innovazione, offrendo contestualmente una rivisitazione contemporanea della couture.
Cinque le Maison provenienti da varie regioni d’Italia protagoniste in passerella: Asia Neri by Irene Mattei, Raviolina by Rosella e Luigina Pandolfi, Gaia Caramazza Jewellery, Good Luck by Mirella Marsiglia e Gian Paolo Zuccarello.
Raviolina, due sorelle, una sola passione ... la moda. Creatività, gusto ed entusiasmo poggiano sulle solide basi della trentennale storia del brand. Ad Altaroma in Town hanno presentato in esclusiva la "Cruise Collection", una linea d’alta gamma made in Italy. Tutto decisamente mix and match, ogni capo è realizzato in tessuti rigorosamente eco-friendly all’interno della linea couture beachwear di Raviolina. Colori sussurrati, il grigio in tutte le sue declinazioni, il bianco tutti abbinati a fili di lurex molto discreti e a fantasie in seta di ispirazione giapponese. La fascinazione dell’oriente, delle sete luminose, della grafica esotica, fiori, linee, ricami, si sviluppano su sofisticati modelli ispirati al kimono.
Good Luck è il marchio full made in Italy che sigla The First, la capsule over season. La luxury resort presentata ad AltaRoma In Town è realizzata con un charmeuse di microfibra impreziosita da cristalli Swarovski golden shadow, scelti ad hoc per conferire la massima brillantezza dando ai modelli un effetto innovativo e ricercato. Veri e propri “must” per le grandi occasioni abbinati a blazer, pantaloni e a intramontabili smoking realizzati dalla maison in modo sartoriale. Le creazioni Good Luck sono studiate con dedizione, progettate, prodotte e realizzate mediante la filiera del lusso del made in Italy.
GAIA, Italian Handmande Jewellery, per la designer romana Gaia Caramazza, passato e presente si fondono dando vita a un’interpretazione originale e senza tempo, di cui femminilità, seduzione e bellezza ne sono l’essenza. La nuova collezione Duality realizzata in argento, bronzo e pietre: perla di Maiorca, occhio di tigre, giada e lapislazzuli, è composta da elementi distinti ma complementari fra loro: i collarini, ad esempio, presentano parti interscambiabili con altre, consentendo combinazioni diverse; così come le fasce per capelli si trasformano a loro volta in collarini. Completano la parure fibbie sculture gioiello con elementi in rilievo, bracciali e anelli.
Asia Neri ha presentato ad AltaRoma In Town la sua Collezione Haute Couture "Innata Elegantia”. Un innato talento nel creare eleganza, una passione per il bello, una ricerca dell’antica tradizione dell'artigianalità toscana, del "fatto a mano" si manifestano in una femminilità sublime, mai scontata. Creazioni long dress per la stilista senese che sottolineano ed esaltano il corpo femminile tramite delicate trasparenze realizzate con pregiati pizzi nei quali si fondono eleganza, estro e linearità. Un’idea di “Donna” senza tempo, avvenente e seducente, consapevole di vestire una qualità sartoriale che la identifica e che la rende protagonista in qualsiasi occasione.
Gian Paolo Zuccarello tra i creativi più ammirati delle passerelle italiane, per la sua collezione haute couture di AltaRoma prende ispirazione da due protagoniste della nobiltà mediterranea: dalla Sicilia “Donna Maria Paternò” e dalla Puglia “Donna Eugenia De Gemmis”. Una collezione esclusiva, un percorso di sperimentazione e ricerca estetica nel recupero e nella rielaborazione delle antiche tradizioni sartoriali con una narrazione emozionale. Ricami antichi realizzati quale il filè fatto con la rete dei pescatori abilmente annodata a mano, tessuti pregiati nelle fibre rigorosamente naturali, sete, cristalli, piume, elementi di pelliccia, il tutto per ostentare i fasti e l’estrema prosperità‎ del loro periodo. Gli acessori utilizzati sono stati di OroOro Brand Luury Shoes e Seam Due Made in Italy.
Partner dell’evento: Romecentral la prima rivista per expat, residenti, turisti e visitatori nella città di Roma e in Italia. Conta una linea editoriale di ampio respiro che intreccia arte, fotografia, moda, design, cinema, musica, teatro, letteratura, salute e benessere. 
Il beauty designer Raffele Squillace e Lello Sebastiani chief hair stylist di Romeur European Academy of Arts, hanno curato l’immagine e le acconciature delle modelle.
L'evento si è potuto svolgere anche grazie al supporto della Technical supplier Technoelite Roma di Giorgio Brozzi. 
Il servizio fotografico è stato realizzato da Pietro Piacenti Photography.










Grazia Marino e Antonio Falanga

Nessun commento:

Posta un commento