Pubblicità

mercoledì 14 dicembre 2016

Un connubio tra moda e cultura: lo stilista Vittorio Camaiani e Marina Ripa di Meana

Marina Ripa Di Meana e lo stilista Vittorio Camaiani


Venerdì 16 dicembre dalle ore 17:00 alle ore 21:00, ospiti di Azimut Global Advisory, nel prestigioso Palazzo Hercolani Bonora di Bologna, lo stilista Vittorio Camaiani presenterà alle ore 17 la sua collezione autunno/inverno 2016, a seguire Marina Ripa di Meana presenterà il suo nuovo libro " Colazione al Grand Hotel” .
Un connubio tra moda e letteratura nel quale lo stilista con la sua collezione autunno-inverno 2016 darà l’opportunità alla clientela di vedere le creazioni da vicino, toccare i tessuti con mano, comprare abiti fatti su misura. Tutto per far sentire ogni donna una “regina” di Scozia tra abiti “conici” che ricordano i castelli della patria di Maria Stuarda, pizzi vittoriani, tartan e pied de poule. Giacche in lana dalla maniche che le fanno sembrare mantelle e gonne in velluto per il giorno, impeccabili camicie bianche in taffetà e lunghi abiti in seta dipinta a mano con i rombi classici del tartan che richiamano l'arlecchino di Picasso e si fondono al pizzo rebrodè che pare magicamente staccato dalla silhouette per la sera. Marina Ripa di Meana, personaggio televisivo, stilista, socialite e scrittrice, nonché amica e testimonial dello stilista, presentando il suo libro (dopo la “prima” a Roma) racconterà un’epoca irripetibile e un ambiente, tra mondanità e cultura. Uno stralcio della sua vita attraverso l’amicizia, lunga trent’anni, con i suoi “dioscuri”, Alberto Moravia e Goffredo Parise con cui frequentava quotidianamente i luoghi della dolce vita romana, come il Grand Hotel e il bar Rosati a piazza del Popolo. Una Roma perduta ma mai dimenticata. “Colazione al Grand Hotel” (Mondadori) oltre agli amori, gli odi, i vizi di Moravia e Parise, è ricco di aneddoti e personaggi, da Gianni Agnelli a Henry Kissinger, da Pier Paolo Pasolini a Elsa Morante, da Maria Callas a Liz Taylor, da Dario Bellezza a Truman Capote.
La Roma perduta e la sartoria ricercata: le pagine scritte da Marina e gli abiti creati da Vittorio. Dopo Roma e Ascolti Piceno, questa volta fa da sfondo la città di Bologna.
Moda e Cultura s’incontrano in un’atmosfera che fa rivivere al pubblico tempi passati con la dolce nostalgia di chi accarezza i ricordi senza malinconia ma con la consapevolezza che non si potranno più rivivere.



Nessun commento:

Posta un commento