Pubblicità

venerdì 9 giugno 2017

Gran successo per la XII Edizione del “Premio Margutta - La Via delle Arti”


I colori di un tramonto indimenticabile, la maestosità dei Fori Imperiali e la cornice delle millenarie mura dei Mercati di Traiano sono stati il palcoscenico della XII Edizione del “Premio Margutta – La Via delle Arti”, uno dei più prestigiosi appuntamenti culturali a livello nazionale, programmati nella città di Roma, ideato dall’art director Antonio Falanga.
La manifestazione, che si è svolta martedì 6 giugno, si è avvalsa dei patrocini di Roma Capitale - Assessorato allo Sviluppo Economico Turismo e Lavoro, della Regione Lazio, dell’Associazione Internazionale di Via Margutta, e dell’ospitalità dell’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale e della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.
L’iniziativa prodotta dalla “Together eventi comunicazione”, organizzata in stretta sinergia con la “P&G Events” di Grazia Marino, ha nei suoi intenti istitutivi quello di celebrare e riportare l’attenzione generale su una delle vie dell’arte e della creatività più celebri al mondo.
Condotta magistralmente da Cinzia Malvini, hanno partecipato alla serata autorevoli e prestigiose personalità alle quali è stata conferita la scultura del “Premio Margutta - La Via delle Arti”, opera ispirata alla celebre “Fontana degli Artisti” realizzata quest’anno dal famoso orafo Gerardo Sacco, con la tecnica della fusione a cera persa in bronzo argentato a 1000/000, in tiratura limitata di 12 pezzi.
Prima Sezione ad essere premiata è stata quella della Televisione, a ricevere il premio è stato uno dei volti più noti del piccolo schermo Tiberio Timperi; subito dopo per la Sezione Cinema il premio è andato all’affascinante Carolina Crescentini; a seguire per la Sezione Giornalismo alla Direttrice del TG2 Ida Colucci. 
La Kermesse, oltre a celebrare con il prestigioso “Premio Margutta - La Via delle Arti” i principali protagonisti del mondo della cultura e dell’arte del nostro bel Paese, è ritenuta da sempre una prestigiosa “vetrina” ideata per promuovere le principali realtà imprenditoriali nazionali, alle quali durante l’evento verrà conferito il Premio “Italian Style”. Il primo momento è dedicato a Gino Tozzi, Senior Private Banker e membro del Comitato Wealth Management di FinecoBank, tra i più affermati professionisti del mondo della consulenza.
Nel secondo blocco del Premio Margutta la prima a ricevere il premio è stata per la Sezione Musica la cantante Noemi; a seguire sono stati chiamati per la Sezione Moda Vincenzo Linarello Presidente del Brand “Cangiari”, il primo marchio di Moda Etica di fascia alta italiano, nato nel 2009 da GOEL Gruppo Cooperativo e per le Sezione Food&Art una delle eccellenze di Via Margutta Tina Vannini creatrice insieme al marito Claudio del progetto Il Margutta vegetarian food&art, conosciuto a livello internazionale come l’eccellenza italiana della cucina vegetariana e vegana e galleria d’arte contemporanea. 
Il Secondo momento “Italian Style” ha visto protagonista “Margutta Home” uno showroom al centro di via Margutta interamente virtuale, dove la passione per l’arredamento si sposa con quella per la tecnologia. 
Si apre con il conferimento alla Domvus Bulgari per la Sezione Arte la terza sezione dei premi, a ritarare la scultura Lucia Boscaini Brand and Heritage Curator – Senior Director e Caterina Riccardi Heritage Senior Manager; a seguire per la Sezione Editoria Edoardo Sylos Labini Direttore Editoriale del Il Giornale OFF; di seguito per la Sezione Fiction all’affascinante attore Flavio Parenti. 
Gli ultimi momenti di premiazioni iniziano con il terzo momento dedicato al premio “Italian Style” che vede protagonista Antonella Frontani, giornalista e scrittrice, nonché Vicepresidente di Film Commission Torino Piemonte; mentre il quarto blocco del Premio Margutta inizia con il conferimento al giornalista del TG1 Alessio Zucchini per la Sezione Press/News, segue il momento dedicato ad una delle protagoniste del palcoscenico italiano Elena Sofia Ricci a cui viene conferito il premio per la Sezione Teatro; ultimo premio della serata viene assegnato per la Sezione Cinema all’attore Alessio Boni uno degli attori più impegnati del panorama nazionale.
Momento consolidato nel tempo al “Premio Margutta – La Via delle Arti” quello dedicato ad ActionAid, organizzazione impegnata nella lotta contro la povertà e l’esclusione per la quale era presente alla serata il Segretario Generale Marco De Ponte.
Al termine della manifestazione, nel caloroso saluto dei premiati con il mirato ed esclusivo pubblico intervenuto sulla Terrazza del Belvedere, Antonio Falanga dichiara “Credo che l’intuizione avuta nel 2010 di produrre l’evento fuori dall’affascinante e suggestiva Via Margutta, ed organizzarlo in location prestigiose di Roma come i Mercati di Traiano, sia sinceramente un’idea vincente, da perseguire anche nelle prossime edizioni in altrettanti e suggestivi siti istituzionali”.
Luna piena per il gran finale con la vegetariana e vegana cena en-plein-air organizzata da Tina Vannini del Margutta RistorArte, nella splendida e suggestiva Via Biberatica dei Mercati di Traiano. Partner del momento conviviale l’Azienda vitivinicola Ciù Ciù, di Offida (AP) con una selezione di vini che rispondono ai principi bio-vegan.

Foto di Daniele Cama

















 




















Nessun commento:

Posta un commento