Pubblicità

mercoledì 22 giugno 2016

I vincitori 2016 del Concorso Internazionale di Moda “Fashion Cult”


La vincitrice Azzurra Toppi

Un successo davvero straordinario quello ottenuto nella serata conclusiva del Concorso Internazionale di Moda “Fashion Cult”, che si è svolta sabato 18 giugno al Motor Village Roma nei suoi ampi spazi arricchiti da modelli di auto esclusive come l’Alfa Romeo 4C, la nuova Giulia e la nuovissima spider FIAT 124. Una cornice automobilistica e passionale ideale per il tema del concorso.
Un contest rivolto a giovani stilisti emergenti provenienti da prestigiose accademie e scuole di moda italiane ed internazionali, dall'Austria, Brasile, Colombia, Croazia, Francia, India, Israele, Lettonia, Romania, Slovacchia e naturalmente dall’Italia con lo scopo di realizzare uno scambio culturale e tecnico tra diverse culture e paesi, attraverso la sinergia ed il legame tra la moda ed il mondo del cavallino rampante, simbolo della Ferrari, entrambi espressione di eccellenza, lusso e passione, tema su cui gli stilisti si sono ispirati per le loro creazioni.
Una serata davvero magica realizzata dallo staff di Roberto Luongo, ideatore del concorso, con l’insostituibile ed ottimo lavoro di Caroline Chambers, responsabile rapporti istituzionali, instancabile nel curare le relazioni con le tante ambasciate ed istituti internazionali presenti che hanno concesso il loro patrocinio e parte essenziale per l’organizzazione preliminare di tutta la manifestazione. Mauro Menichino, direttore tecnico del concorso, grazie alla sua grande professionalità ha saputo enfatizzare al meglio le creazioni sartoriali degli stilisti attraverso splendide coreografie e un’impeccabile regia.
In passerella i 31 finalisti hanno presentato creazioni inedite, spettacolari e sperimentali per materiali e lavorazione, create da giovani talenti provenienti da istituti ed accademie nazionali ed internazionali di alto profilo come l’Accademia Altieri di moda e arte, l’Accademia Creazioni Moda di Maiani Maria, l'Accademia di Belle Arti di Foggia, Palermo, Roma e Terni, Accademia Internazionale di Alta Moda Koefia, Accademia Italiana di Moda e Arte Fashion Style di Pisa, Fashion College di Graz, Istituto Cordella di Lecce, Istituto Italiano della Moda, Istituto di Moda Burgo di Pescara, Liepaja Design and Arts School, Lettonia, NABA di Milano, Nuovo Istituto di Design, Profokus Fashion School, Croazia. La IS3M Istituto Superiore di Moda di Monastir di Tunisi, rappresentata da Dhafer Ben Khalifa, ha invece esposto, in un’area dedicata, le creazioni degli studenti.
Un lavoro fantastico che ha reso ben difficile la selezione da parte di una giuria composta da professionisti del settore, presieduta dalla stilista Luisa Del Vecchio, Consigliere Nazionale di CNA Federmoda (Italo-Argentina). Assieme a lei i giurati: Ichiro Tsuchida, Vice Principal, New World Institute of Total Fashion (Giappone), Tatiana Guenkina, fondatore e organizzatore dell’evento “Roma Fashion Week” (Russia), Gisella Peana, Consulente d’Immagine, Direttrice del Web Magazine “Il Peana” e "Il Blog di Gisella Peana" (Italia), Aga Abramowicz, Marketing and Comunication Manager, Conte of Florence (Polonia).
La vincitrice del concorso è stata Azzurra Toppi (Roma), seconda Valeria Mancini (Frosinone), terza Dagan Cohen-Arieli (Israele), quarta Pauline Marre (Francia), quinto Pietro Lipari (Palermo), sesta Marialucia De Francesco (Lecce). I primi cinque vincitori avranno la possibilità di frequentare uno stage presso note aziende ed enti di moda come: Sabrina Persechino Atelier, Daniela di Francesco Moda, Atelier Paola Cipriani Couture, Camera Europea dell’Alta Sartoria, Atelier Luisa Del Vecchio. Inoltre grazie alla collaborazione con “Roma Fashion Week” i primi undici classificati sono stati premiati da Tatiana Guenkina, organizzatrice dell’evento, con l’accesso diretto alla finale del concorso previsto in primavera. Una speciale borsa di studio in denaro è stato il premio di punta per i primi tre classificati. Giulia De Dominicis vince il premio speciale Conte of Florence con un buono acquisto di 250€ spendibile in uno dei punti vendita nazionali. L’azienda di Lucca ha creduto fin da subito al progetto tanto che Nicoletta la Battaglia, Retail Development Manager, ha dichiarato: “Sarebbe un onore per noi continuare a sostenere la vostra iniziativa per far capire a questi studenti, che rappresentano le risorse del futuro, che la creatività è un dono che rende speciali e che ogni mano/stile può esser più o meno adatta e notata da un’azienda, per cui per ognuno di loro ci sarà sempre una collocazione speciale che li rende unici!!!“
L’accademia Altieri ha sfilato fuori concorso con due collezioni degli allievi del primo e del secondo anno di corso. Outfit con tessuti di neoprene rettilati associati a stampe tribali rievocano l’Africa punk per la collezione degli studenti del primo anno, segue una linea più trend/metropolitana caratterizzata da tessuti in ecopelle lavorati ed intagliati, abbinati a tessuti glamour tutto rigorosamente blu, per la collezione realizzata dagli allievi del secondo anno.
Una manifestazione che ha ricevuto il plauso da numerose istituzioni per l’elevato valore sociale e culturale trasmesso legato alle politiche giovanili. Alti patrocini hanno sostenuto e promosso il progetto e il suo valore, come la CNA Federmoda e diverse Ambasciate ed Istituti di Cultura in Italia; il Forum Austriaco di Cultura, Bielorussia, Brasile, Croazia, Israele, Lettonia, Malta, Moldova, Serbia e Slovacchia, l'Istituto Slovacco a Roma e Tunisia.
“Fashion Cult” è una manifestazione innovativa, con lo scopo di sostenere le attività del settore, promuovere talenti ed eccellenze, l’impegno e l’abilità artigianale e l’intraprendenza dei suoi imprenditori che fanno eccellenza in Italia e nel Mondo.
Le modelle della sfilata sono state assistite nel trucco e nelle acconciature dalla ROMEUR European Academy of Rome, una scuola specializzata soprattutto nella formazione di giovani talenti per il trucco e l’acconciatura. Grazie al prezioso contributo degli studenti la ROMEUR Academy ha realizzato anche tutto il servizio fotografico, le riprese, il montaggio video e gestito la web grafica e i social media.
Gli arredi espositivi sono stati realizzati da Mobilinpallet, azienda con una grande sensibilità per il riciclo e l’ambiente che crea, riciclando pedane in legno utilizzate nell’industria, mobili e particolari d’arredo di suggestivo effetto e design.
Gli allestimenti e le scenografie sono state particolarmente apprezzate dal pubblico presente per i suggestivi effetti luce e sonori curate da Multicolor.

Foto di Giacomo Prestigiacomo


In giuria: Gisella Peana, Aga Abramowicz, Luisa Del Vecchio, Tatiana Guenkina, Ichiro Tsuchida

Roberto Luongo, Caroline Chambers









Caroline Chambers, Gisella Peana

Nessun commento:

Posta un commento