Pubblicità

martedì 12 luglio 2016

In via Margutta a Roma una scenografica catwalk d’alta moda



Uno degli appuntamenti di maggior successo del MARGUTTA Creative District, progetto nato con l'intento di promuovere la creatività italiana ed internazionale, riportando via Margutta al centro del panorama delle arti contemporanee che si è tenuto sull’intera area di via Margutta dall’8 all’11 luglio per "Altaroma In Town", ideato da Antonio Falanga e Grazia Marino, è stato il defilé di moda che si è svolto sabato 9 luglio. Per una sera, la mitica via delle arti, in cui è stato anche girato il film cult “Vacanze Romane”, è diventata una scenografica catwalk, nella quale si sono potute ammirare collezioni d’alta moda e creazioni di alta gioielleria.
Per la Sezione “Jewelry” Gaia Caramazza ha presentato in anteprima “Scrigno Collection”. Sette segreti da custodire, sette scrigni preziosi disegnati per ognuno dei volti della femminilità. Sette piccoli gioielli da indossare vicino al cuore, lì dove le passioni nascono e trovano protezione. La Collezione “Scrigno” è realizzata interamente a mano, in oro, oro rosa, argento e bronzo abbinati alle pietre agata, quarzo, radici di smeraldo e brillanti. Marina Corazziari, scenografa e designer di gioielli, reduce dai successi ottenuti con le sue creazioni in due mostre una a Roma e l’altra a New York, prendendo ispirazione dalle atmosfere del suo mediterraneo ha presentato creazioni esclusive realizzate in oro, argento e pietre dure. Suo anche l’abito di tulle rosa antico con decorazioni ramage, creato con gioielli modulari e rimovibili.
L’Accademia di Moda Sitam di Lecce, ha presentato la nuova collezione 2016, ideata e realizzata in sede dagli allievi dell'Accademia pugliese, coordinati dalla direttrice Stefania Cardellicchio. Nelle varie proposte moda emerge una donna che si rifà a linee minimal ed essenziali, con originali lavorazioni a laser.
Suggestioni esotiche per Chiara Baschieri, atmosfere coloniali e rigore androgino nella sua collezione primavera/estate 2016. Gli intarsi e i fitti disegni geometrici degli edifici di Tangeri sono trasposti su bluse a scatola e minidress laserati dai tagli netti e puliti, mentre le forme morbide degli abiti e dei pantaloni alla caviglia sembrano rifarsi ai tratti dell'abbigliamento tradizionale magrebino.
Katharine Story, designer di moda californiana dopo i successi ottenuti a Parigi e New York durante le settimane della moda e al Miami Swim Show, ha scelto la vetrina di “AltaRoma” per presentare in esclusiva in Italia il proprio stile unico, quindici outfit che evocano l'eleganza bohémien della sua nativa Laguna Beach.
Il progetto MARGUTTA Creative District, visto il successo riscontrato in questa prima edizione intende estendere ancor di più il legame profondo tra la contemporaneità, la ricerca e l’innovazione. L’Alta Moda è stata e sarà il filo conduttore di ulteriori contaminazioni con il sistema “Made in Iyaly”.
L’hairstyle della sfilata è stato curato da Marcello Montalbano per Compagnia della Bellezza. Stile elegante con texture free per un effetto "vissuto", minimo volume nella parte bassa con trecce lavorate, mentre la parte superiore è stata valorizzata con ampi volumi con dread e giochi di capelli. Tina Chiera per Aesthetics Line Academy Roma ha curato il makeup delle modelle.

Foto di Carlo Tosti








Grazia Marino, Antonio Falanga

Nessun commento:

Posta un commento