Pubblicità

lunedì 30 gennaio 2017

AD ALTAROMA LA COLLEZIONE DELLO STILISTA RANI ZAKHEM RENDE OMAGGIO A DALIDA E GLI ANNI DELLA DISCO


Venerdì 27 Gennaio lo stilista Rani Zakhem ha presentato ad Altaroma la sua nuova collezione d'alta moda Primavera/Estate 2017, nella quale ha voluto rievovare l’atmosfera del jet-set degli anni '70 e '80, tra luci, pailette e stelle scintillanti.
Nei meandri della memoria di questa epoca effimera restano solo i ricordi, leggeri come una polvere dorata: la musica, l'eco delle risate, la trasgressione e la stravaganza. Le icone indiscusse erano: Lo Studio 54, la discomusic, Dalida, e Bianca Jagger. Dalida muore nel 1987 e nel trentesimo anniversario Rani Zakhem reinventa, a modo suo, lo stile di quell’epoca, filtrato attraverso la sua sensibilità e con il suo occhio contemporaneo. La collezione diventa idealmente il guardaroba di Dalida e Bianca Jagger, da cui attingere gli outfit per una festa allo Studio 54. 
Ed ecco così sfilare le jumpsuit, morbide e avvolgenti, che danzano attorno alla figura; gli abiti scollati all’americana che lasciando la schiena scoperta e che cingono il collo con fasce a volte sottili e a volte avvolgenti, rese più importanti da dettagli di ricco ricamo in pietre e cristalli; gli abiti morbidi e scivolati, i cui volumi si allargano verso il basso e segnano la figura attorno al busto; i mini abiti da cocktail che si impongono per l’allegria del colore e per la preziosità delle lavorazioni. E poi ancora gli outfit in cui le maniche a pipistrello danno una connotazione precisa alla silhouette, gli abiti a sirena con le scollature asimmetriche e impreziositi da ricami floreali; le gonne corte e danzanti per una notte di gioia e divertimento senza fine. Tessuti giocati in un contrasto di lucido e opaco a sottolineare le costruzioni asimmetriche di plissé e infine l’abito da gran sera beige e oro con effetto nudo e scintillante come quei meravigliosi anni. Una tavolozza di colori che comprende il lilla, il giallo, il verde nelle sfumature pastello e nei toni del lime, il rosa, il blu e il rosso carminio.
Un richiamo concettuale, un codice stilistico ed un omaggio agli anni in cui venivano esaltate la dinamicità e un’idea tutta nuova di libertà, che per Rani Zakhem viene rappresentata al meglio nella figura di Dalida, con le sue contraddizioni, la sua arte e il suo fascino assoluto.

Foto di S. Dragone - G. Palma - Luca Sorrentino













Nessun commento:

Posta un commento