Pubblicità

domenica 12 febbraio 2017

Ad Altaroma il brand Arnoldo][Battois ha presentato la collezione "HALFTONES-code" Autunno/Inverno 2017-18


Sempre più attenta a regole, tecniche e codici dell’alta moda che oggi trovano una chiave di espressione attualizzata, applicabile alla contemporaneità con l’autorevolezza della storia e la leggerezza del ‘sentire’ dei creativi delle ultime generazioni, Altaroma ha portato sulle proprie passarelle il brand Arnoldo][Battois, finalista di “Who Is On Next? 2010”, il progetto di scouting ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia.
La ricerca di Arnoldo][Battois ha prodotto una collezione che mescola sapientemente suggestioni glamour dal sapore vintage e atmosfere decisamente contemporanee. Le silhouette allungate, che si restringono attorno alle gambe avvolgendo il corpo, sono esasperate sulla schiena, definita da volumi iper-costruiti, sui quali si innestano maniche ampie che partono da spalle piccole e arrotondate. La couture diventa Pop: il glamour della linea sessanta che sembra definire gli outfit è contraddetto e aggiornato da stampe acidissime, che muovono lane pesanti e sete morbide, disegnate da Arnoldo][Battois e prodotte in esclusiva per il brand dal Lanificio Paoletti. Scimmie, flamingo, dettagli architettonici di scorci veneziani, peonie, diventano paesaggi grafici che attraversano la collezione e la ritmano cromaticamente. Sovrastampe e retini rendono caleidoscopiche le visioni disegnate dalle stampe e le fanno entrare in relazione con le articolate sovrapposizioni strutturali dettate dalla modellistica. La complessità che fa interagire la visione acida della contemporaneità e le atmosfere che evocano un passato glamour, è sottolineata dalla scelta dei tessuti: lane double e panni ammorbiditi dai toni pastello si intrecciano a satin e cotoni neri, interrotti da inattese incursioni di pelliccia in lurex nero che attraversa i capispalla e anima alcuni dettagli dei capi.
La consolidata attenzione per i dettagli che ha reso iconiche le borse di Arnoldo][Battois si trasferisce sui capi della collezione: sulle spalle a scatola dei capispalla si innestano borse piccole come mostrine militari, che improvvisamente diventano gioielli e si intrecciano ai bottoni vintage, animati dai riflessi del peltro e dell’oro.

Foto di S. Dragone - G. Palma e Luca Sorrentino









Nessun commento:

Posta un commento